sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

IL COLLE, LE DONNE, IL LIBRO DI ASTERIX: ROMA ABBRACCIA SUU KYI

Il Corriere della Sera - 29 ottobre 2013

di Cecilia Zecchinelli

L'Italia ha accolto davvero a braccia aperte Aung San Suu Kyi, l'ex dissidente birmana che tra due anni potrebbe diventare presidente del suo Paese, con una svolta (ancora incerta) impensabile nei vent'anni di arresti domiciliaci sotto il regime militare. Premio Nobel per la Pace, a cui si aggiungono innumerevoli riconoscimenti internazionali oltre a quello cruciale del suo popolo che ha da sempre la sostiene, Suu Kyi ieri a Roma ├Ę stata protagonista di una maratona istituzionale in cui rispetto e ammirazione sono stati accompagnati ovunque da esplicito affetto. Un sentimento forse scontato nell'udienza con papa Francesco, in cui entrambi hanno parlato di ┬źamore e comprensione┬╗, della ┬źpaura e dell'odio che sminuiscono il valore della persona┬╗. Ma pure con i leader politici gli incontri con questa icona mondiale della nonviolenza (┬źma non chiamatemi un simbolo┬╗), definita da Roberto Baggio (che l'ha incontrata domenica) ┬źimmarcabile┬╗ perch├ę ┬źminuta nel fisico ma potente nella determinazione┬╗, sono stati seri ma con momenti lievi. Letta, con cui Suu Kyi ha perfino parlato di un libro di Asterix, trovato su un tavolo. O in quella con il presidente Giorgio Napolitano, presente il ministro degli Esteri Emma Bonino, in cui il Premio Nobel ha ricordato quando quest'ultima nel 1996 riusc├Č a trafugare dalla Birmania dei rullini di sue foto nascondendoli nei bigodini. E stato soprattutto nella colazione offertale proprio da Bonino (┬źSuu Kyi ├Ę mia grande amica, dopo quel lontano incontro sono stata costretta a vederla solo in video ma ora finalmente ├Ę qui┬╗) che l'ospite birmana ├Ę stata al centro di una vera festa. Al termine di una conferenza stampa, dove la voce sommessa di Suu Kyi era quasi coperta dai clic dei fotografi, Bonino ha infatti invitato decine di donne per conoscerla. Politiche come i ministri C├ęcile Kyenge e Beatrice Lorenzin, imprenditrici come Laura Biagiotti e Maria Teresa Fendi, giornaliste come il direttore del Tg3 Bianca Berlinguer, attiviste. A tutte Suu Kyi ha concesso foto e risposte, spaziando dai social network (┬źdipende da chi li usa┬╗) alle dittature (┬źreligioso o militare, ogni regime estremista ├Ę nocivo┬╗) e ha aggiunto che la sua speranza ├Ę riposta in particolare nelle donne: ┬źSiamo pi├╣ pratiche, e possiamo aiutare il mondo a diventare migliore per tutti, uomini compresi┬╗. In tutti gli incontri (nel pomeriggio ha visto i presidenti di Camera e Senato Boldrini e Grasso), Suu Kyi ha ovviamente parlato a lungo del suo Paese. In particolare del prossimo obiettivo, l'emendamento della Costituzione della Birmania (lei non usa il termine Myanmar) che tra i tanti punti oscuri comprende il divieto per lei, e di fatto per ogni donna e birmano non militare, di candidarsi alle presidenziali. ┬źLa strada per la democrazia ├Ę ancora lunga per noi e sono commossa per il sostegno che ho trovato in Italia, anche tra la gente┬╗. Rose tra i capelli e abito tradizionale, un sorriso senza et├á che nasconde i suoi 68 anni, Suu Kyi ha ripetuto a tutti, autorit├á e ┬źamiche┬╗ vecchie e nuove, che l'importante ├Ę ┬źlavorare, non cedere. E non attaccare le persone che crea nuovo odio, ma le idee e i fatti sbagliati┬╗.





Comunicati su:
[ Asia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Indocina ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Asia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Indocina ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Indocina ] [ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info