sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 ottobre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

BONINO: "IL NOSTRO SARA' IL PRIMO EVENTO CHE RENDERA' LE DONNE PROTAGONISTE"

Il Ministro degli Esteri riunisce il gruppo di lavoro per le iniziative al femminile

Il Corriere della Sera - 14 novembre 2013

"Il ruolo delle donne all'Expo 2015 non sarà marginale. La nostra ambizione è che questo sia il primo Expo del protagonismo al femminile". Il ministro degli Esteri Emma Bonino rilancia il suo progetto in vista del grande appuntamento milanese del 2015. L'idea "Women for Expo" era stata in origine lanciata dall'ex sindaco di Milano Letizia Moratti, poi - lungo il tortuoso percorso della grande esposizione - ha conosciuto alti e bassi, fino a quando, nella primavera scorsa proprio il ministro Bonino l'ha riproposta con forza. Ieri sera a Villa Madama, a Roma, si è riunito per la prima volta il Board Internazionale del Comitato Women in Diplomacy, costituito con l'obiettivo di lavorare da qui al 2015 sulla promozione del ruolo delle donne nel campo della sicurezza alimentare. In vista di Expo 2015, sarà proprio questo gruppo di lavoro a coadiuvare il ministero degli Esteri nella realizzazione di convegni e workshop tematici e geografici e porterà avanti progetti per migliorare la condizione della donna nel mondo. E l'occasione di questa prima riunione è stata colta da Emma Bonino per portare in evidenza il suo progetto che prevede diverse iniziative: una tavola planetaria che verrà imbandita il primo maggio 2015, giornata inaugurale di Expo, quindi le donne di tutto il mondo saranno chiamate a scrivere un Global book for life, una sorta di romanzo del mondo, e le artiste realizzeranno, un pezzo ciascuna, un'installazione multimediale e multi sensoriale sul tema del cibo che resterà in dono alla città di Milano. E infine verrà sottoscritta la "Women's charter", un "manifesto sul diritto universale al cibo con dieci idee di fondo sul tema della nutrizione, che poi porteremo alle Nazioni Unite". Alla presentazione del progetto «Women for Expo» è intervenuto anche il presidente del Consiglio Enrico Letta, che a sua volta è tornato sul tema dell'appuntamento milanese del 2015: "Rappresenta una grande sfida, la più importante sfida per il nostro governo. Siamo impegnati per il successo della manifestazione e siamo sicuri che sarà un successo anche grazie a voi", ha detto il premier aprendo il suo intervento di ieri sera. Quindi ha rassicurato circa l'impegno del governo: "Stiamo lavorando come matti anche per recuperare il tempo perduto e il risultato sarà superiore alle aspettative. Noi diamo il meglio quando abbiamo una data, una deadline, meglio ancora quando abbiamo davanti il baratro, ma non abbiamo il baratro davanti a noi…". Quindi ha concluso: "Noi vogliamo essere, siamo un Paese globale non solo per il nostro passato straordinario ma anche per il futuro, e vi garantisco tutto il nostro impegno, del governo e delle istituzioni".

 

Nella foto il Premio Nobel per la Pace Jody Williams





Comunicati su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info