sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 dicembre 2018 
LunMarMerGioVenSabDom
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

PICCOLA POSTA

Il Foglio - 5 dicembre 2013

di Adriano Sofri

Parlerò brevemente di Emma Bonino, alla quale sono affezionato da un tempo così lungo che le farei torto a calcolarlo, e così siete avvisati. Parzialità affettuosa a parte, trovo del tutto ragionevole che si discuta la sua conduzione della politica estera, su temi essenziali come la guerra incivile in Siria e la eventuale Ginevra 2, il colpo di stato contro i Fratelli musulmani in Egitto, la pericolante Tunisia, l'Iran di Rohani e la Russia di Lavrov. E La Russia di Putin, e la Cina, e la quota della Cooperazione italiana, e l'ipotesi di un'Unione europea e insomma ci siamo capiti. Lo stato del mondo, il mondo degli stati. Su questa congerie di temi drammatici Emma ha una posizione insieme metodica e pragmatica. Se ne può discutere, ripeto. Però da quando è lì la sento attaccare ad alzo zero sulle seguenti questioni: i marò in India, cui va intera la mia solidarietà, e sui quali governanti precedenti erano riusciti a combinare i pasticci più incresciosi e vanitosi e cinici; la signora Shalabayeva e la sua piccola Alma, per deportare vergognosamente le quali ministro e ministero erano state bellamente scavalcate, e sono stati i più impegnati, dopo di allora e ancora, a cercare di riparare a quel disastro, mentre gli autori se ne infischiano; e ora è la volta dei tifosi della Lazio in Polonia, di cui occorre rivendicare un trattamento giudiziario e umano degno di un paese civile, come quello che Polonia e Italia dovrebbero comunque assicurare a propri cittadini e a cittadini di ogni angolo del mondo. Ma, se capisco bene, il ministro Emma Bonino avrebbe dovuto, secondo i suoi attaccanti, liberare i tifosi della Lazio dalle grinfie polacche. E se no dimettersi. Questa sarebbe la politica estera italiana nell'epoca dell'Unione europea, della globalizzazione e della crisi mondiale.
Roba forte.





Comunicati su:
[ Asia ] [ Asia Meridionale ] [ Iran ] [ Italia ] [ Medio Oriente ] [ ONU ] [ Russia ] [ Siria ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Asia ] [ Asia Meridionale ] [ Iran ] [ Italia ] [ Medio Oriente ] [ ONU ] [ Russia ] [ Siria ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Asia Meridionale ] [ Iran ] [ Italia ] [ Medio Oriente ] [ ONU ] [ Russia ] [ Siria ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info