sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 dicembre 2018 
LunMarMerGioVenSabDom
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

IL FUTURO VIENE DAL MARE - E' L'ANNO BUONO PER TUTTE LE SPONDE

D (la Repubblica) - 22 febbraio 2014

di Emma Bonino

La geografia non √® un'opinione. II Mediterraneo¬†√® la nostra area geografica di riferimento, nella¬†quale sono in movimento milioni d√¨ persone¬†che cercano nuove opportunit√† economiche e si¬†lasciano alle spalle conflitti sanguinosi, povert√†,¬†repressione e instabilit√† politica. Tra di loro¬†si nascondono anche trafficanti di ogni genere¬†ed estremisti con un'agenda politica. Alle¬†innumerevoli morti in mare e il traffico di persone¬†che rappresentano una violazione drammatica¬†dei diritti umani stabiliti nelle convenzioni¬†internazionali si affiancano problemi di sicurezza¬†e difesa che non possono essere ignorati.¬†In un contesto complessivo come questo,¬†al centro dell'agenda della Presidenza italiana¬†dell'UE nei secondo semestre del 2014 vi saranno¬†le tematiche migratorie. La creazione della¬†Task Force sul Mediterraneo √® stato un segnale¬†importante, ma dovremo trovare a livello europeo¬†una maggiore coesione nella gestione dei flussi.¬†La sponda sud del mediterraneo √® stata investita¬†nel 2011 dal "Risveglio arabo", che ha messo¬†in moto processi i cui esiti sono di l√† da venire.¬†Caos interno, riforme economiche non pi√Ļ¬†rinviabili e costruzione di ordinamenti informati¬†ai principi dello Stato di diritto e al rispetto¬†dei diritti umani sono le maggiori sfide che¬†incombono sulla regione e impediscono l'afflusso¬†di risorse per i bisogni sociali pi√Ļ urgenti. Siamo¬†di fronte a scenari peculiari per ciascun Paese,¬†dei quali dobbiamo tener conto. Legami storicaculturali¬†e interessi economici ci legano alla¬†Libia ma anche altrove (Tunisia, Marocco, Egitto,¬†Libano) vi sono mercati ricchi di potenziali¬†opportunit√† per gli investimenti diretti esteri delle¬†nostre imprese e, seppur in misura minore, per¬†le nostre esportazioni. La prossimit√† geografica¬†√® un fattore di vantaggio e uno dei motivi per¬†i quali √® di nostro particolare interesse contribuire¬†alla stabilit√† politica e sociale della regione.¬†Il Mediterraneo costituisce il settore nevralgico¬†della proiezione geopolitica dell'Italia.¬†Nelle aree di crisi, quali Libia, Libano e Siria,¬†fare politica oggi significa assumersi le¬†responsabilit√† che ne conseguono. E noi lo¬†stiamo facendo, a livello bilaterale e multilaterale.¬†Tanto in Libia, quanto in Libano e da ultimo¬†in Siria, con la partecipazione alle operazioni¬†per la distruzione dell'arsenale chimico.





Comunicati su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info