sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> La Gazzetta del Sud


I TIMORI DI ANNAN RIANIMANO IL CENTROSINISTRA

di Fabrizio Nicotra ROMA – Il governo varerà prima della fine del mese il decreto legge che rifinanzia la missione italiana in Irak. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Carlo Giovanardi assicura che le Camere voteranno il provvedimento entro fine luglio. La crisi irachena e il ruolo dell'Italia, dopo la breve pausa dedicata alle elezioni di domenica scorsa, torneranno dunque di grande attualità nell'agenda politica prima della pausa estiva. E le novità arrivate dal Palazzo di vetro, con Kofi Annan che annuncia che le Nazioni Unite non tornano a Bagdad perché non è garantita la sicurezza, riaccendono la polemica tra i poli. Il centrosinistra che rivendica la sua linea: in Irak non c'è nessuna svolta, l'Onu ci dà ragione. Rilancia invece il presidente del Senato Marcello Pera, che accusa: dopo aver invocato l'Onu l'Unione europea tace e non reagisce di fronte alla denuncia di Annan. Dalla Lista Prodi a Rifondazione comunista, l'opposizione sembra compatta e parla la stessa lingua: «La decisione di Kofi Annan – osserva il responsabile Esteri della Margherita Lapo Pistelli – conferma tutte le nostre preoccupazioni». Così anche la diessina Marina Sereni che rivendica la linea tenuta sulla crisi e ricorda: «La nostra scelta di votare la mozione per il ritiro delle truppe era giusta». Valutazioni simili quelle che arrivano dalla sinistra più radicale. Giordano (Prc), Diliberto (Pdci), Pecoraro Scanio (Verdi) e Di Pietro (Idv) non hanno dubbi: avevamo visto giusto, la risoluzione non basta – dicono – la situazione è disastrosa e bisogna ritirare subito le truppe italiane. Se la posizione delle Nazioni Unite non dovesse cambiare nelle prossime settimane, è probabile che i due poli, al momento di affrontare il voto sul rifinanziamento della missione, si troveranno nuovamente su posizioni opposte e inconciliabili. Con scarse possibilità di mediazione. Già si avverte il tono che potrà assumere il confronto politico. L'intero centrodestra contesta la decisione dell'Onu e attacca Kofi Annan. Il presidente della commissione Esteri della Camera Gustavo selva (An) avverte che il Segretario generale «ha il dovere di dare seguito a una risoluzione del Consiglio di sicurezza approvata all'unanimità», mentre il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli (Lega) paragona Annan a un «poliziotto che, chiamato per un intervento, risponde che non si muove perché la situazione è troppo pericolosa». Forza Italia preferisce spostare subito la mira sul centrosinistra. «Chi continua a chiedere il ritiro dei nostri militari – attacca Isabella Bertolini – fa il gioco dei terroristi che seminano morte. La missione di pace italiana deve proseguire. E' un preciso dovere etico e politico». L'ultima polemica di giornata vede involontaria protagonista Emma Bonino. Gustavo Selva lancia la leader radicale come rappresentante dell'Onu in Irak, ma viene accolto da un polemico Marco Pannella: «La proposta è corretta oltre ad essere un riconoscimento del valore di Emma Bonino. Valore di jolly: non v'è incarico di massima responsabilità Onu o europea che non veda puntualmente avanzata la proposta di affidarlo ad Emma Bonino. Così come – conclude – non v'è stata e non v'è finora proposta di tal fatta che sia stata seriamente raccolta dal governo italiano, da quello europeo, o dall'Onu».





Altri articoli su:
[ Iraq ] [ ONU e OMD ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Comunicati su:
[ Iraq ] [ ONU e OMD ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Interventi su:
[ Iraq ] [ ONU e OMD ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]


- WebSite Info