sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 dicembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> L'Opinione


AIUTI IN ASIA: TUTTI ENTUSIASTI PER LA BONINO

di Barbara Alessandrini Improvvisamente è intesa trasversale sulla proposta lanciata dal vice ministro alle Attività produttive Adolfo Urso di affidare ad Emma Bonino il ruolo di commissario che gestisca la ricostruzione nelle zone devastate dallo Tzunami. “Ci vorrano dieci anni per ricostruire l’area del Sud est asiatico colpita dal maremoto - ha dichiarato Urso - e credo che sia importante che l’Ue proponga un commissario che gestisca la fase successiva a quella dell’emergenza e l’Italia ha un’ottima condidatura, la migliore: Emma Bonino”. Una proposta secca, dunque, senza tanti giri di parole quella lanciata dall’esponente di An che, altrettanto velocemente ha incassato il via libera sia dalla maggioranza che dall’opposizione. Quasi pleonastiche le ragioni addotte da Urso sulla eventuale scelta: “L’esponente radicale ha già dimostrato come ex commissario di avere uno spessore notevole e sarebbe la persona giusta ”. Parere cui hanno fatto eco le parole del presidente della commissione Affari  Esteri Adolfo Urso che si è detto “D’accordo al cento per cento  con Urso di candidare la Bonino alla guida della  gestione degli interventi Onu nel sud-est asiatico” e ha ricordato “ l’eccellente prova data nei Balcani, oltre alla dedizione e al coraggio indispensabili in un periodo così lungo, come quello prevedibile per far passare queste  popolazioni a una vita normale”. L’iniziativa di Urso ha naturalmente ricevuto l’apprezzamento dei Radicali. Daniele Capezzone ha detto di aver gradito “ la serietà dell’impostazione della proposta lanciata dal viceministro Urso”. Una scelta definita “non solo un attestato di stima nei confronti della Bonino e dei Radicali e di cui prendere atto”. Troppo presto, comunque, si affretta a sottolineare, per parlare di intese future. Anche perché “ c’è comunque un problema da parte di entrambi i Poli, molto lontani dalle esigenze di riforma liberale che noi vogliamo realizzare”. Intanto anche dall’opposizione arriva il sì alla candidatura della Bonino. “ Appoggiamo con convinzione la  proposta del viceministro al Commercio estero, Adolfo Urso” è stato il commento dei deputati della Margherita,  Roberto Giachetti ed Ermete Realacci convin ti che “ l’ex commissaria europea è certamente il  nome giusto che Italia ed Ue per il più grande intervento umanitario della storia”.





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Birmania ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Birmania ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Birmania ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]


- WebSite Info