sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Messaggero


AIUTI A RISCHIO TRA CORRUZIONE E GUERRIGLIA

I timori di Emma Bonino: nel Sud Est asiatico vanno ricostruite anche le istituzioni di Fabrizio Rizzi ROMA - Una corruzione costante e poi taglieggiament├Č in Paesi del Sud-Est asiatico attraversati dai lampi dclla guerriglia e dal fondamentalismo islamico. Dove si va a cacciare la generosit├á dell'Occidente? Pu├▓ la macchina degli aiuti percorrere, senza incidenti, lontane zone in cui i diritti civili sono sistematicamente calpestati? Emma Bonino non nasconde timori, inquietudini, per il suo nuovo incarico. E' una sfida, non lo nasconde. Dall'alto della sua esperienza come Commissario della Ue, l'esponente radicale, che adesso fa parte del Comitato dei garanti voluto dal governo, offre un quadro, alla platea dei dirigenti del partito radicale, pieno di ombre. Probabilmente, se ha accettato l'incarico (┬źl'ho fatto con molto piacere┬╗ e ringrazia il capo del dipartimento Protezione civile, Bertolaso), pensa di farcela, ├Ę fuor di dubbio. Ma gli interrogativi che pone sono legati alle condizioni politiche, pi├╣ che a quelle socio-economiche, di Paesi in deficit di democrazia. La ricostruzione, dice, non deve riguardare solo le strade, ma dev'essere anche una ricostruzione ┬źdelle istituzioni┬╗ democratiche. ┬źPer capire dove si mettono i piedi - esclama - dico subito che quella ├Ę zona di guerriglia, non ├Ę l'immagine delle spiagge bianche di Phuket┬╗. La direttrice dell' ┬źInternational Crisi Group┬╗ nell'ottobre scorso, ricorda, ├Ę stata espulsa dall'Indonesia, da un regime che non la gradiva. La regione del Sud-Est asiatico ├Ę complessa e questa complessit├á non va sottovalutata in un momento in cui tutti sembrano ┬źpreoccupati di ripianare il debito┬╗ a questi Paesi. Quanto al suo incarico, spiega: ┬źNon si tratta di supervisionare un pacchetto di aiuti italiani, ma garantire trasparenza della generosit├á italiana, per 30 milioni di euro┬╗. Che cosa si pu├▓ fare con questa somma? Forse, ┬źse tanto ti d├á tanto, qualche ospedale da campo...┬╗. In ogni caso quei 30 milioni sono solo una minima parte di quanto dar├á l'Italia: la cifra non riguarda il contributo pubblico, ma solo le donazioni degli italiani. Chiosa: ┬źSar├á il govemo a indicare le zone in cui intervenire, per evitare duplicazioni. Noi garantiremo la correttezza delle procedure┬╗. Aggiunge che vorrebbe essere pi├╣ precisa quando il comitato si riunir├á, lunedi, ma per ora nulla si sa del contributo italiano che finir├á nel lbndo europeo. Lei ├Ę impegnata ┬źa fare il massimo perch├ę gli aiuti arrivino a destinazione┬╗. Chiede che l'Europa abbia un ruolo di indirizzo per gli aiuti e ┬źper il buon esito┬╗ della ricostruzione. ┬źNon credo che 25 Paesi debbano andare in ordine sparso. Serve una presenza e deterni inazione politica. Non penso che l'Europa debba limitarsi a comportarsi da banca, ma debba assumersi responsabilit├á┬╗. Lancia critiche per l'affidamento della ricostruzione alle Nazioni Unite, che non possono avere una delega in bianco┬╗, soprattutto adesso che mostrano ┬źuna debolezza strutturale┬╗. Lo scacchiere sul quale piovono i soccorsi ├Ę variegato. ┬źAlcuni paesi sono zone di guerra, come l'Indonesia, il movimento Gam, 5 mila, fronteggia l'esercito, forte di 4Omila militari, da pi├╣ di 20 anni. La zona di Banda Aceh, dal 19 maggio 2003 ├Ę esclusa agli occidentali, il governo ha imposto lo stato di emergenza. Ci sono rapporti di abusi dell'esercito┬╗. Dalla Thailandia fino alle Filippine i problemi endemici, come il taglieggiamento, possono essere aggravati ┬źda interventi poco riflettuti┬╗. La geografia dell'inquietudine comprende lo Sri-Lanka percorso dalle imprese delle "Tigri" dei Tamil, dagli estremisti e dai gruppi islam├Čsti. Bonino avverte: ┬źI problemi di fondo, affrontati dalle varie conferenze, non tarderanno a tornare in superficie┬╗. C'├Ę una speranza: ┬źImmagino che, a porte chiuse, questi problemi siano stati affrontati┬╗ dai potenti.





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Birmania ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Birmania ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Birmania ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]


- WebSite Info