sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Italia Oggi


TSUNAMI, INTERVENTI IN UN ANNO

Gli interventi avviati nello Sri Lanka e finanziati con i soldi versati dagli italiani attraverso le raccolte di fondi promosse da Rai, Mediaset, Corriere della Sera, Telecom e gestori della telefonia mobile saranno ultimati entro 12-14 mesi. E' uno dei dati rilevati durante la conferenza convocata presso il dipartimento della Protezione civile dal comitato dei garanti chiamati a supervisionare la trasparenza nella gestione dei fondi. A fare il punto della situazione, il presidente del comitato, Giulio Andreotti, i due membri Emma Bonino e Andrea Monorchio, il capo del dipartimento della protezione civile, Guido Bertolaso. "A due mesi esatti dalla chiusura delle donazioni", ha premesso la Bonino, "il programma generale degli interventi per l'utilizzo dei fondi affidati alla Protezione civile ha una dimensione finanziaria complessiva di 48,9 milioni di euro", di cui 43,9 milioni dalle donazioni (l'importo complessivo è di 45,7 milioni) e 5 direttamente dal fondo della Protezione civile (che si fa carico delle spese di organizzazione, di amministrazione e del personale, "affinché i soldi dei cittadini", ha spiegato Bertolaso, "vengano spesi fino all'ultimo centesimo nei soli interventi"). "A conti fatti", ha spiegato Bonino, "ci sono ancora poco meno di 2 milioni di euro da destinare, e questo è positivo anche perché consente di avere una sorta di riserva per il completamento di interventi in corso". Del programma fanno parte attualmente 48 progetti, 37 dei quali oggetto di 28 convenzioni con Ong e altre organizzazioni, e 11 realizzati direttamente dal dipartimento della Protezione civile. Delle 28 convenzioni previste, 16 (Ong e Istituto superiore di sanità) sono già state sottoscritte, una (Fao) verrà sottoscritta entro la settimana, 9 (Ong) entro il 15 marzo, una (Consorzio Etimos/Banca Etica) entro il 18 marzo e una (ministero dell'Interno-dipartimento Vigili del Fuoco) entro il 31 marzo. I progetti oggetto delle convenzioni prevedono la spesa complessiva di 25,2 milioni, mentre i programmi di intervento diretto del dipartimento della Protezione civile ammontano a 23,7 milioni. Tali interventi si trovano in diversi stati di avanzamento: alcuni, per una spesa complessiva pari a 3,3 milioni di euro, sono già in corso di esecuzione, per altri (6,7 milioni) sono stati disposti i progetti preliminari. Nello Sri Lanka, l'attività del dipartimento della Protezione civile è concentrata in due distretti, quello di Galle a sud e quello di Trincomalee a nord-est: attualmente sono 78 gli esperti che operano in loco tra medici, infermieri, vigili del fuoco, piloti, addetti alla logistica, ingegneri e architetti.





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Asia ] [ Sri Lanka ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Asia ] [ Sri Lanka ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Asia ] [ Sri Lanka ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ ]


- WebSite Info