sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 settembre 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> L'Unità


ALTO COMMISSARIATO PER I RIFUGIATI: LA CANDIDATA BONINO CERCA CONSENSI

di Bruno Marolo Washington - Emma Bonino ha cominciato la campagna per diventare alto commissario dell'Onu per i profughi. Cerca consensi a Washington. Con due giorni di colloqui alla Casa Bianca e al Dipartimento di stato, ha dimostrato che un'esponente radicale può essere una scelta accettabile per l'amministrazione Bush, che di solito sostiene gli integralisti religiosi. Ha tenuto una conferenza nel centro studi dei neoconservatori che ha elaborato l'ideologia della guerra in Iraq. Ha illustrato la sua attività per la liberazione delle donne nel mondo arabo: il più suggestivo tra i temi usati per presentare la guerra preventiva in medio oriente come un intervento in favore della libertà e della democrazia. Italia, Turchia e Yemen sono i tre paesi designati dal G8 per organizzare incontri internazionali su questo tema. Il ministro degli esteri Gianfranco Fini annuncerà il 12 giugno, durante una visita a Washington, lo stanziamento dei fondi per una conferenza sulle donne. «Spero molto nella nomina all'Onu - ha detto Emma Bonino all'Unità - sarei molto contenta perché questo è un momento interessantissimo. Gli Stati Uniti sono il maggior paese donatore dell'Alto commissariato, con 300 milioni di dollari l'anno, Il negoziato però avviene a un livello politico superiore al mio». Al Dipartimento di stato la candidata italiana ha incontrato Kim Holmes, sottosegretario per le organizzazioni internazionali, e Richard Greene, responsabile dell'ufficio per i profughi. Alla Casa Bianca è stata ricevuta da Eliot Abraham, coordinatore per il Medio Oriente. Secondo un funzionario presente ai colloqui, il programma esposto da Emma Bonino è stato apprezzato dagli americani. Gli Stati Uniti sostengono da tempo che l'Alto commissariato si arroga compiti fuori dalla sua competenza, come la sanità e l'assistenza economica. George Bush chiede all'Onu di concentrarsi sulla gestione dei campi profughi, in particolare palestinesi, in modo da disinnescare le tensioni che nuocciono al negoziato con Israele. Emma Bonino ha indicato che farebbe proprio questo. Ha aggiunto che nominerebbe un assistente addetto esclusivamente alla protezione e alla sicurezza dei rifugiati. La conferenza sulle donne è stata organizzata dall'American Enterprise Institute, al quale aderiscono falchi come Dick Cheney, Paul Wolfowitz e Richard Perle. In questo istituto George Bush ha lanciato l'iniziativa per la democrazia in Medio Oriente alla vigilia dell'invasione dell'iraq. Perché Emma Bonino ha portato il suo messaggio proprio in questa sede? «Perché sono loro che mi hanno invitata - risponde - e io non ho problemi a dire quello che penso». Redek Sikorsky, il funzionario dell'istituto che ha presentato l'ospite, ha insistito sulla necessità di «esportare i valori ideali americani» . La candidata italiana, che vive al Cairo e parla per esperienza diretta, ha spiegato che questo è un momento di grandi occasioni nel mondo islamico per i riformatori e le donne in particolare. «Dall'Afghanistan al Marocco - ha detto - le donne sono in marcia e fanno sentire la loro voce sempre più forte. Una regione che qualche anno fa era completamente paralizzata ora è in ebollizione. Le donne arabe non hanno bisogno di consigli: sanno benissimo cosa vogliono. Hanno bisogno di aiuto per collegarsi tra loro, di assistenza legale e finanziaria per far valere i loro diritti».





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ ONU e OMD ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ ONU e OMD ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ ONU e OMD ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ ]


- WebSite Info