sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


BONINO: "PERDE FASCINO L'ISLAM RADIACLE"

VENEZIA. L'ingresso della Turchia nell'Unione europea √® motivo di grande inquietudine per diversi Paesi membri. Emma Bonino, 57 anni, candidata alla guida dell'Alto commissariato Onu per i rifugiati, ha diretto la sezione della conferenza dell'Aspen Institute Italia dedicata a questo tema. Consapevole dei problemi che il processo di integrazione tuttora comporta, la Bonino √® tuttavia ottimista. Quali sarebbero gli svantaggi di un'Europa unita priva della Turchia? Stiamo ancora parlando di un processo di integrazione. Se tutto proceder√† nella giusta direzione l'entrata della Turchia sar√† finalizzata non prima di 8-10 anni. Se non avessimo permesso l'adesione della Turchia alle trattative avrebbe per√≤ prevalso l'idea di un Europa cittadella cristiana che chiude la porta rinnegando impegni ultradecennali a un grande Paese semplicemente perche √® musulmano. Al di l√† della povert√† e dei problemi demografici, lo scetticismo √® scaturito soprattutto dalla diversit√† che rappresenta questo Paese. Per contro credo che l'ingresso di Ankara sia importante esattamente per questo motivo. L'Europa √® prima di tutto un progetto politico. Non dobbiamo poi trascurare che la Turchia, Paese musulmano e laico nelle sue istituzioni, potrebbe rappresentare uno strumento di grande aiuto nel dialogo con i 20 milioni di musulmani che vivono in Europa. I pi√Ļ critici guardano con diffidenza ai fenomeni di radical-islamismo che si manifestano in Turchia e che mal si conciliano con il laicismo della Ue. L'establishment turco √® laico. I fenomeni di estremismo si sono verificati, ma ricordiamoci che anche in Paesi come l'Italia il delitto l'onore era inserito nel nostro Codice penale fino agli anni 70, e che in Austria l'adulterio ha costituito un crimine fino al 1997, quando il Paese era a pieno titolo un membro della Ue. La funzione dei negoziati √® tesa a risolvere questi problemi. Ma il ruolo della Turchia nell'ambito di un Mediterraneo allargato √® di prim'ordine. Gli Stati Uniti parlano di una trasformazione in atto nel processo di democratizzazione dei Paesi arabi. Si teme tuttavia che in molti di questi Paesi l'islam non sia compatibile con uno Stato secolarizzato. Il caso della Tunisia, e della Turchia, dimostra che i Paesi islamici possono sviluppare uno Stato in cui √® rispettata la separazione dei poteri. Non √® necessario esportare la democrazia. Occorre invece avere sufficiente rigore e coerenza per sostenere le fazioni democratiche che gi√† esistono all'interno di questi Paesi. L'islamismo radicale non esercita pi√Ļ fascino nella popolazione. Non ha funzionato in Pakistan, n√© in Iran, in Afghanistan o in Sudan. Oggi il mondo arabo sta vivendo una fase di ebollizione. Le popolazioni possono vedere sui canali arabi i processi elettorali in Ucraina, in lrak, in Palestina. La gente si chiede: perch√© noi no? Vivendo in un Paese arabo ho constatato che negli ultimi due anni √® caduto il muro della paura. La gente spesso scende in piazza non per manifestazioni antiamericane, ma per invocare le riforme. Cosa pu√≤ fare la comunit√† internazionale per agevolare questo processo? Tutto ci√≤ che finora non ha fatto. Sarebbe gi√† molto la rigorosa applicazione degli attuali strumenti.





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Turchia ] [ ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Turchia ] [ ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Turchia ] [ ]


- WebSite Info