sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 febbraio 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Corriere della Sera


"PER BONINO ALL'ONU ABBIAMO FATTO OGNI SFORZO"

La Farnesina replica alle critiche dell'europarlamentare dopo la sconfitta per l'Unchr di Cecilia Zecchinelli Non ├Ę passata in silenzio l'accusa di Emma Bonino al governo italiano di averla ┬źabbandonata┬╗ nella corsa per il vertice dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Acnur o Unchr, in inglese). E dalla Farnesina, che secondo le dichiarazioni dell'europarlamentare al Corriere avrebbe ┬źdormito┬╗ anzich├ę sostenerla adeguatamente all'estero, sono arrivate ieri parole che negavano ogni responsabilit├á . ┬źAbbiamo messo in campo ogni possibile azione di livello politico e diplomatico per promuoverla all' Unchr┬╗, hanno affermato fonti diplomatiche, manifestando una certa sorpresa per la reazione dell'ormai ex candidata a dirigere l'agenzia dell'Onu. Una carica perla quale sono rimasti in lizza tre europei (il francese Bernard Kouchner, il portoghese Antonio Guterres e il danese Soren Jessen-Petersen), un australiano (Gareth Evans) e un tunisino (Kamel Morjane). ┬źCi siamo mossi, come governo e come diplomazia, con un impegno senza precedenti, con convinzione e determinazione, per difenderla da una concorrenza qualificatissima e agguerrita, mobilitando tutta la struttura della Farnesina e tutta la rete delle ambasciate┬╗, hanno detto ancora le fonti. Aggiungendo infine che mostri diplomatici sono rimasti in costante contatto con la Bonino, e che molti sono stati gli interventi svolti di persona e per scritto dal presidente del Consiglio e dal ministro degli Esteri con i principali partner stranieri e con lo stesso Segretario Generale delle Nazioni Unite. Dalla bocciatura della candidata italiana hanno preso le distanze anche gli Stati Uniti ieri, per bocca del sottosegretario del dipartimento di Stato Nicholas Burns. ┬źNon ci sono candidati americani e noi non siamo coinvolti┬╗ nella scelta, ha ricordato. ┬źNoi rispettiamo molto la Bonino e conosciamo le sue qualit├á┬╗ ma su questa nomina, ha aggiunto Burns, ├Ę il segretario generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, che decide. Una precisazione apparentemente scontata, che risponde per├▓ a chi ipotizza che il recente raffreddamento del rapporti tra Roma e Washington dopo il caso Calipari possa aver influilto, dietro le quinte, sull' esclusione della candidata italiana. Comunque sia andata, la bocciatura dell'europarlamentare radicale ├Ę ┬źun segnale di debolezza dell' Italia a livello internazionale in questo momento┬╗, ha commentato ieri Mario Marazziti, esponente storico della Comunit├á di Sant' Egidio. ┬źSarebbe stata un eccellente Alto Commissario┬╗, ha osservato a Marazziti. E Roberto Giachetti, della Margherita, ha chiesto al governo chiarimenti sulla vicenda, convinto che all'Unchr l'esponente radicale sarebbe stata ┬źla persona giusta al posto giusto┬╗ .





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ ONU e OMD ] [ ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ ONU e OMD ] [ ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ ONU e OMD ] [ ]


- WebSite Info