sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> ApCom


UE/BONINO:NO A IMMOBILISMO,MA MOTORE NON E' QUELLO FRANCO-TEDESCO

Europarlamentare lancia idea di commissario per Mediterraneo Roma, 11 ott. (Apcom) - L'Europa in 'pausa di riflessione' dopo la doppia bocciatura della Costituzione in Francia e in Olanda, non può sprofondare nell'immobilismo davanti "al mondo che va avanti, anzi corre". E' l'europarlamentare Emma Bonino a lanciare l'allarme: "Anche se l'Unione Europea è in crisi non è che si sono dissolte le istituzioni europee - spiega -, ci sono scadenze e adempienze irripetibili che vanno assolutamente colte". Con la prima, l'avvio dei negoziati per l'ingresso in Europa della Turchia, è andata bene tanto che, rilancia Bonino, "l'allargamento alla Turchia è il più grande segno politico dell'Europa", ma altri due appuntamenti, il vertice di Barcellona e il G8 nel Bahrain, rischiano, in mancanza di una "dimensione politica adeguata a queste scadenze", di essere un fiasco. Emma Bonino, incontrando a Roma i giornalisti, richiama l'attenzione sul problema dell'Ue che è quello della leadership, della volontà politica per affrontare le sfide sullo scacchiere internazionale. "Io non credo più al motore franco-tedesco - spiega l'esponente radicale - orfano del passato e per questo sempre più micragnoso. Spero che il richiamo a un'Europa politica venga dai Paesi nuovi e soprattutto dalla Turchia, Paesi che hanno un senso della democrazia più giovane, cercano di fare funzionare meglio la democrazia e si danno meno per scontati". Quanto all'agenda dei prossimi appuntamenti internazionali secondo Emma Bonino "ci stiamo preparando male al vertice di Barcellona del 29 novembre" ed è "molto sentita in tutta Europa la frustrazione di arrivare a una Barcellona mediocre: rischiamo di perdere un appuntamento in termini di creatività politica". Stessa cosa per il G8 dell'11-12 novembre nel Bahrain. Quanto al mondo arabo e ai paesi del Mediterraneo Emma Bonino rispedisce al mittente la querelle sulla democrazia da 'esportazione'. "Basterebbe capire se siamo determinati o meno a sostenere quello che c'è - osserva l'europarlamentare - invece che portare avanti questa sorta di dibattito sull'import e l'export della democrazia". In questo senso Bonino lancia di nuovo l'idea di "un Consiglio europeo del Mediterraneo che può essere il modo per accompagnare questi processi" e di un "commissario per il Mediterraneo: l'Europa ne avrebbe veramente bisogno".





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Islam e democrazia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Turchia ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Islam e democrazia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Turchia ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Allargamento ] [ Islam e democrazia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Turchia ]


- WebSite Info