sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> ANSA


TSUNAMI: SRI LANKA; BONINO,PROGETTI ITALIA CHIUSI A META' 2006 BERTOLASO: OPERAZIONE MIRABILE, SISTEMA ITALIA HA FUNZIONATO

ANSA - 22 dicembre 2005 Tutti i 42 progetti per la ricostruzione in Sri Lanka finalizzati con i soldi donati dagli italiani, saranno chiusi entro la meta' del 2006. Lo ha assicurato Emma Bonino facendo il punto sullo stato dell' intervento italiano in Sri Lanka un anno dopo lo tsunami che ha devastato il sud-est asiatico il 26 dicembre dello scorso anno. Bonino - che assieme ai senatori a vita Giulio Andreotti e Giorgio Napolitano, all' ex presidente del Consiglio, Giuliano Amato e all' ex Ragioniere Generale dello Stato, Andrea Monorchio, fa parte del Comitato dei Garanti chiamato a controllare e verificare la gestione degli oltre 47 milioni di euro affidati alla Protezione civile - ha sottolineato ''le molte difficolta''' incontrate per realizzare i progetti, ''soprattutto problemi legati alle procedure di assegnazione e alle rinate tensioni tra Tamil e governativi''. Ma, ha aggiunto, ''gli italiani devono essere soddisfatti: lo sforzo messo in campo da tutto il Paese sta dando i suoi frutti grazie alla loro generosita'''. ''Senza pretendere che questa sia stata una operazione da prendere a modello - ha precisato - e' stata ed e' un' operazione che puo' essere valutata e considerata per il futuro''. Operazione che il capo del Dipartimento della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha definito ''mirabile'' perche' ha visto ''il sistema Italia muoversi all' unisono''. Positivo il bilancio anche degli altri Garanti, con Napolitano che ha sottolineato come ''questa vicenda debba far capire che una strutture pubblica non sempre e' inefficiente e, anzi, sa essere efficace e trasparente''. ''Per capire lo sforzo fatto - ha aggiunto Amato - bisogna guardare concretamente i singoli progetti e vedere a quanti tipi di bisogni e' stato necessario rispondere''. Complessivamente l' intervento di ricostruzione in Sri Lanka, tra progetti della Protezione civile, delle Ong e di altri organismi, e' costato 53 milioni e 410 mila euro, di cui 47 milioni e 354 mila euro donati dagli italiani con gli sms e 6 milioni stanziati dal dipartimento. Allo stato attuale sono conclusi 11 progetti, di 28 ci sono i cantieri aperti, per 4 sono in corso le gare di appalto e altri 4 sono ancora allo stato di progettazione.





Altri articoli su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Asia ] [ Sri Lanka ]

Comunicati su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Asia ] [ Sri Lanka ]

Interventi su:
[ Unione Europea ] [ Italia ] [ Asia ] [ Sri Lanka ]


- WebSite Info