sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> L'Espresso


EMMA PUNTA ALL'INDIA

L'Espresso - 27 ottobre 2006 di Paola Pilati Un'imbiancata alle pareti. Un¬†computer a schermo piatto. Un paio di sedie moderne in plastica¬†canarino. Via, soprattutto, quell'aria da ministero bulgaro, dove¬†al visitatore straniero che si fosse aspettato¬†una vetrina del buon gusto italiano e del¬†suo design sarebbe venuto un colpo, tra¬†poltrone rigonfie e cornicioni dorati, per¬†non parlare dell'allegra fila di bancarelle di¬†prodotti cinesi che staziona sul marciapiede¬†sotto la finestra del ministro. Il Commercio¬†con l'estero guidato da Emma Bonino¬†tenta la rimonta dell'immagine del¬†made in Italy partendo dall'arredamento?¬†In realt√† Emma la radicale protagonista di¬†mille battaglie, ex commissario europeo,¬†viaggiatrice instancabile, non sembra persona¬†da perdere tempo appresso al d√©cor.¬†Cos√¨, oltre alla ristrutturazione light del¬†suo ufficio all'Eur, ha subito messo le mani¬†sugli strumenti di lavoro. Per esempio, guidando¬†la nomina del nuovo direttore generale¬†dell'Ice, Massimo Mamberti. Incominciando¬†a dosare le sue trasferte senza dire s√¨¬†a ogni invito. Affrontando di petto la polemica¬†sull'eccessiva autonomia delle Regioni¬†nel settore del commercio estero, con¬†uno scambio pepato con Sandra Lonardo¬†Mastella, che ha capeggiato una folta delegazione¬†dell'assemblea campana a New¬†York, a spese ovviamente della Regione. E¬†ora si prepara a prendere di petto l'India.¬†Accogliendo ai primi di novembre la visita¬†del ministro del Commercio indiano Kemal¬†Nath e di cento imprenditori indiani, a¬†cui far√† seguito la mega missione italiana¬†prevista in febbraio 2007, anno dell'India. ¬† La macchina del commercio internazionale se¬†la aspettava migliore o peggiore di come l'ha trovata?¬† "L'ultimo concorso del personale del ministero √® stato fatto vent'anni fa. La pianta organica si assottiglia per via dei pensionamenti che non si possono rimpiazzare.¬†E l'Ice ha piena autonomia gestionale, per cui il ministro d√† le linee guida, ma viene a conoscenza delle decisioni dell'ente¬†solo ex post. Tutto questo indica chiaramente¬†come il commercio estero non sia¬†stato finora una priorit√†". ¬† Eppure la nomina del nuovo direttore generale¬†dell'Ice viene attribuita a lei. "Appena arrivata ho fatto presente che¬†avrei ritenuto giusta una offerta di dimissioni¬†dei vertici Ice, che non √® avvenuta.¬†Quando √® arrivato a scadenza il direttore¬†generale,¬†mi sono limitata a far presente¬†che ritenevo importante che fosse scelto all'interno dell'istituto, e che avesse una ampia¬†esperienza internazionale. Requisiti¬†che il nuovo direttore possiede. Tutto qui‚ÄĚ. ¬† La politica pubblica di sostegno all'export non¬†ha mai avuto una buona fama: arretrata, inefficace... Conferma? "Negli ultimi anni non si √® capito che l'internazionalizzazione¬†del sistema produttivo¬†non √® un optional, ma √® necessaria allo¬†sviluppo del paese. Non ci siamo resi conto¬†di cosa volesse dire la crescita a ritmi del¬†10 per cento annuo della Cina, della rinascita¬†dell'India dopo la crisi degli anni Novanta,¬†della nuova vitalit√† delle economie¬†asiatiche". ¬† Come si rimedia ai ritardi? "Ho dato nuove linee guida: molto pi√Ļ¬†brevi, pi√Ļ leggibili, con focalizzazioni per¬†aree geografiche e settori merceologici.¬†Per sostenere le piccole e medie imprese¬†del nostro paese non √® sempre necessario¬†fare fiere ovunque". ¬† Qualcuno sar√† deluso. "Forse. Ma voglio fare sistema a partire¬†dalle leggi esistenti. Per esempio, coordinando¬†meglio le Regioni, che in base al titolo¬†V della Costituzione hanno una¬†competenza concorrente, che per√≤ a volte¬†non √® adeguata in termini di economie¬†di scala". ¬† Si riferisce alla polemica con la Regione Campania¬†negli Usa? "Non sapevo neppure che la signora Lonardo¬†fosse a New York. L'ho saputo al¬†convegno dei giovani imprenditori a Capri. Bruno Vespa mi ha provocato sul fatto che in Cina, nella missione governativa, ci fosse¬† anche la Regione Lazio. "Non¬†le sembra uno spreco?", mi ha¬†chiesto, ed √® venuto fuori il caso Campania. A parte il fatto che andare in Cina autonomamente¬†a vendere ora la Lucania,¬†ora la Sicilia, non mi pare efficace,¬†penso che le Regioni lo¬†possano fare meglio se c'√® un¬†coordinamento. A novembre¬†parleremo di questo nella conferenza¬†Stato-Regioni, e alcuni¬†governatori hanno gi√† dato segnali¬†di disponibilit√†: il Lazio, il¬†Piemonte...". ¬† Dipende dal colore politico? "No: alcune Regioni di sinistra non hanno¬†voglia di farsi coordinare: la Toscana¬†√® andata in Cina esattamente una settimana¬†dopo la grande missione a cui peraltro¬†aveva partecipato". ¬† L'Ice ha bisogno di riforme? "Vorrei prima conoscere meglio la macchina.¬†Ma penso che il paese non abbia¬†voglia di infilarsi in una legge di riforma¬†che non si sa come va a finire. Abbiamo¬†perso anche troppo tempo. La Confindustria¬†ha proposto di farne un'agenzia.¬†Due considerazioni: questi sono fondi¬†pubblici, e qualcuno ne deve rispondere.¬†E poi, pi√Ļ autonomo di cos√¨ l'Ice non potrebbe¬†essere. Quello che vorrei √® fargli¬†cambiare ritmo, marcia. Tutte cose che si¬†possono fare con gli strumenti esistenti.¬†Semmai ritoccherei la rete Ice: siamo forti¬†in paesi dove non serve. A Barcellona o¬†a Parigi, per esempio, gli imprenditori¬†possono fare da soli". ¬† E dove manca, invece? "Rafforzerei l'India: due uffici per un intero¬†continente non bastano. E poi ci sono¬†paesi in cui non ci siamo: in Kazakistan,¬†per esempio, c'√® l'Eni, ma nient'altro¬†dietro. E per tutti i paesi del Golfo c‚Äô√® solo¬†l'Ice di Dubai". ¬† Quale treno del commercio internazionale dobbiamo¬†considerare perso?¬† "Il treno cinese. Quello dei grandi appalti,¬†del design delle Olimpiadi di Pechino lo¬†abbiamo perso. Cerchiamo di infilarci in¬†certe nicchie: gli strumenti per il wellness,¬†o il catering. Spero almeno che non perderemo¬†il treno dell'Expo di Shanghai". ¬† E dove ce l'abbiamo fatta, magari stracciando¬†francesi e tedeschi? "In Turchia. Abbiamo fatto della sua adesione¬†alla Ue un punto qualificante della¬†politica estera del governo, e abbiamo¬†consolidato una presenza forte". ¬† La nuova frontiera? "I Balcani. Vogliono entrare in Europa e si stanno gi√† dando molte regole europee.¬†E per i nostri imprenditori sono paesi¬†"dietro casa ". ¬† Per l'India non siamo in ritardo? "Spero di no. Ospiteremo cento imprenditori¬†nei distretti italiani di loro¬†interesse: tessili e pelle, oreficeria,¬†componentistica auto,¬†agroalimentare. Dopo ci sar√† la¬†nostra grande missione l√¨". ¬† Funzionano le missioni-mostre? "S√¨. Ho gi√† riscontri positivi dai¬†quattromila incontri avuti dai¬†nostri imprenditori in Cina. Faremo¬†la stessa cosa a Bombay e¬†Delhi. Kamal Nath ha insistito¬†di portare in particolare delle¬†aziende familiari". ¬† Imprese familiari? A chi lo direte? "Per evitare di fare gaffe vogliamo¬†capire cosa intendono: c‚Äô√®¬†un diverso livello dimensionale¬†tra la nostra e la loro impresa familiare.¬†E poi, se hanno in mente¬†dieci produttori dell'agroalimentare¬†√® meglio che non mi presento con¬†l'alta moda". ¬† Che obiettivo strategico si √® data entrando in¬†questo palazzo? "Fare in modo che il sistema produttivo italiano,¬†dove le dimensioni non aiutano,¬†smetta di piangersi addosso: deve capire¬†che internazionalizzarsi √® una necessit√†,¬†perch√© il mercato interno non baster√†. Il¬†made in Italy non lo dobbiamo promuovere¬†tanto, perch√© piace a tutti. Il problema √®¬†che ci siamo un p√≤ seduti. Vorrei un paese¬†che ha voglia di mordere il mondo". ¬† Ha in mente una parola d'ordine? "No, ma ho in mente un progetto: che¬†qualcuno pensi a una grande catena di distribuzione.¬†Qualcosa come Carrefour.¬†In Cina bevono caff√® e trovano Starbucks,¬†adorano la pizza e trovano Pizza¬†Hut, piace il nostro design dei mobili e¬†trovano Ikea... Sta in piedi un Carrefour¬†italiano? Qualcuno ci vuole pensare?¬†Possiamo vedere come?".





Altri articoli su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Subcontinente indiano ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Subcontinente indiano ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Subcontinente indiano ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info