sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


L'ITALIA GIOCA LA CARTA INDIA

Il Sole 24 Ore - 10 febbraio 2007 Prodi: "Diventare la porta dell'Asia". Bonino: "Interscambio a 10 miliardi in 3 anni". di Nicoletta Picchio Dopo la Cina, l'India, per rilanciare la presenza dell'Italia in un'area strategica per lo sviluppo mondiale. «E' un grande sforzo di politica estera: erano tantissimi anni che un Presidente del Consiglio non si recava in India. Nel febbraio 2005, ultima missione italiana, era presente l'ex capo dello Stato, Ciampi», ha detto ieri Romano Prodi, nella conferenza stampa di presentazione della missione che vede insieme Governo, Confindustria, Abi e Ice. Accanto a lui, il ministro per il Commercio Intemazionale, Emma Bonino, e il presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo. Prodi sarà nella capitale dell'informatica però domenica pomeriggio, sia pure per poche ore, anticipando in serata l'arrivo a Kolkata. L'impegno del Governo è rendere l'Italia «la porta dell'Asia verso l'Europa». Non peseranno, ha detto Prodi, le divergenze sul futuro assetto del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Anzi l'India ha un importante «ruolo chiave» nei rapporti con Iran e Afghanistan. Sul versante economico, il ministro Bonino ha lanciato una sfida: portare l'interscabio dai 4 miliardi di euro attuali a io miliardi in tre anni. «Un risultato possibile, viste le sintonie in alcuni settori dove gli italiani sono leader, come agroalimentare e infrastrutture», ha aggiunto la Bonino, sottolineando che ancora pesano molte barriere, tariffarie e non. La richiesta delle aziende, ha detto Montezemolo, era stata maggiore, oltre 600 imprenditori: «Abbiamo dovuto limitare gli arrivi per un problema di voli», ha spiegato il presidente di Confindustria, che ha ringraziato il Governo, sia Prodi che la Bonino, per l'impegno dedicato alla missione. Ed ha ricordato il viaggio del 2005, organizzato da Conflndustria, Abi, Ice e Presidenza della Repubblica, uno dei primi impegni della sua presidenza, che ha puntato subito sull'internazionalizzazione delle imprese. «In questi due anni i risultati ci sono stati. L'export italiano in India è cresciuto del 42,6% ancora di più rispetto alla Cina, che ha avuto un +24,%», ha detto. Faranno parte della missione non solo le aziende, ma anche 40 associazioni imprenditoriali, l'Università Luiss, 16 banche. Piccole aziende accanto alle grandi, che hanno il compito di fare da traino: il forum dei Ceo, a Delhi, sarà copresieduto da Montezemolo e Ratan Tata, capo della prestigiosa famiglia indiana, che è per Fiat, come ha rimarcato Montezemolo «un importante partner strategico, anche per iniziative fuori dall'India».





Altri articoli su:
[ Afghanistan ] [ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Iran ] [ Italia ] [ Subcontinente indiano ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Afghanistan ] [ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Iran ] [ Italia ] [ Subcontinente indiano ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Afghanistan ] [ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Iran ] [ Italia ] [ Subcontinente indiano ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info