sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 marzo 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


PRODI: "IN ASIA SI DECIDE ANCHE IL NOSTRO FUTURO"

Il Sole 24 Ore - 11 febbraio 2007 "Le banche devono guidare le aziende all'estero, non arrivare dopo". di Carlo Marroni ┬źIn India e in Cina si gioca il futuro dell'Italia. La sfida ├Ę nel rapporto con l'Asia che, con il suo dinamismo, sta cambiando la faccia del mondo┬╗. Nel primo giorno di missione nel subcontinente indiano Romano Prodi ├Ę netto: ┬źNon ├Ę un caso che io abbia iniziato l'attivit├á di politica estera del mio Governo con le missioni prima in Cina e oggi in India┬╗. Il premier arriva in mattinata a Chennai, la principale citt├á del Sud, la ex Madras, e subito va all'Universit├á che quasi dieci anni fa gli assegn├▓ una laurea honoris causa. Conosce bene la realt├á indiana, il mondo degli affari e i megatrend, e va subito al punto: ┬źIn quest'area del mondo noi italiani siamo arrivati tardi, e ora ci dobbiamo impegnare┬╗, lanciando una frecciata al precedente Governo che non aveva effettuato missioni. La prospettiva che il premier mette in luce ├Ę semplice: i nuovi protagonisti dell'economia mondiale vanno ad affiancare i vecchi, e quindi accanto a Usa, Russia e Cina sono arrivati India e Brasile. E infatti la prossima missione di rilievo sar├á in Sud America, tra circa un mese. Ma oggi l'attenzione ├Ę sull'India, dove l'Italia non ├Ę molto presente ma sta gettando le basi per una crescita economica. ┬źBisogna convincersi che sta cambiando l'equilibrio del mondo, Cina e India cambieranno la vita ai nostri figli e dobbiamo fare in modo che la cambino in meglio. Questo deve essere il nostro sforzo┬╗, ha detto Prodi. Ecco quindi che il raggio d'azione si allarga a un rapporto coordinato con l'intera Europa che, pur avendo negli Usa ┬źun punto fermo┬╗, deve guardare ai nuovi giganti per la soluzione dei problemi nelle aree di crisi del mondo. Prodi ha citato il Medio Oriente, l'Afghanistan, l'Iran, il Darfur e la Somalia come esempi di nodi mai risolti che potrebbero trovare sponde in un nuovo sistema di relazioni multipolari: ┬źSono problemi gravi che non si possono risolvere solo con Usa e Russia┬╗. Il 2007 ├Ę l'anno in cui l'Italia ha identificato l'India come Paese-focus, su cui si concentreranno iniziative mirate del ministero del Commercio Internazionale e dell'Ice, e che saranno presentate domani in una conferenza stampa dal ministro Emma Bonino. Prodi ieri pi├╣ volte ha richiamato l'importanza dell'azione del sistema bancario, che ┬źdeve guidare e coordinare┬╗ le imprese nella penetrazione dei nuovi mercati, e non arrivare dopo. Nei giorni scorsi ├Ę stato varato il programma "Go India", coordinato da Abi, Sace e Simest, che coinvolge sette grandi banche (numero che potrebbe salire) e che prevede un plafond iniziale di 300 milioni destinato alle Piccole e medie imprese. E proprio di Pmi il premier ieri ha parlato con il premio Nobel indiano per l'economia, Amartya Sen, in un incontro a sorpresa nell'albergo di Chennai che ospita la delegazione italiana. ┬źNoi dovremmo imparare dal Sistema Italia ha detto l'economista sono rimasto molto impressionato, visitando l'Emilia Romagna, dal sistema delle imprese della zona che si aiutano a vicenda e che insieme esplorano mercati e superano difficolt├á. Un modello da esportare┬╗. Sempre di piccole e medie imprese e di parallelismi tra Italia e India ha parlato anche il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo, in un'intervista pubblicata dal settimanale indiano "Outlook": ┬źL'India - si legge nell'intervista - ha un tessuto industriale simile al nostro: ci sono alcune grandi aziende ma predomina un tessuto composto da imprese di piccole e medie dimensioni. E per entrambi i Paesi le joint venture sono operazioni importanti┬╗.





Altri articoli su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Iran ] [ Italia ] [ Russia ] [ Subcontinente indiano ] [ Sudan ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Comunicati su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Iran ] [ Italia ] [ Russia ] [ Subcontinente indiano ] [ Sudan ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ India ] [ Iran ] [ Italia ] [ Russia ] [ Subcontinente indiano ] [ Sudan ] [ Unione Europea ] [ USA ]


- WebSite Info