sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Corriere della Sera


BONINO: "REAZIONE USA COMPRENSIBILE. SERVE RIGORE"

Il Corriere della Sera - 22 marzo 2007 Il ministro: "Dialogo non vuol dire compromessi. La scarcerazione di 5 talebani sanguinari ├Ę un problema". di Paolo Conti ROMA - Ministro Emma Bonino, la vicenda Mastrogiacomo pu├▓ avere un contraccolpo sul rinnovo della missione in Alghanistan? Per il centrodestra, per esempio, l'aver usato canali non istituzionali danneggia l'Italia sotto il profilo internazionale... ┬źC'├Ę indubbiamente una componente emotiva in pi├╣ nel dibattito politico. Ma non dovrebbe influire sul rinnovo della missione. Penso anche che quando si parla di questo sfortunato Paese ci sia ancora sempre troppa "Italia" e troppo poco "Afghanistan". Vorrei che si smettesse di usare questioni internazionali per fini interni, in maniera ombeilcale e spesso con toni ansiogeni. Se vogliamo rimanere su un piano razionale di analisi, questo incidente conferma come i Talebani siano tornati a controllare impunemente una buona parte del territorio: nessuno pu├▓ volere che l'Afghanistan torni ad essere l'incubo che ├Ę stato sotto il loro regime oscurantista e misogino, rifugio per estremisti islamici di ogni bordo. Sarebbe la garanzia di un futuro come "hub" di violenza, oppressione e illegalit├á internazionale┬╗. Quindi, arrivando al nodo? ┬źPer evitare questo scenario bisogna mantenere saldamente i nostri impegni internazionali. E continuare ad agire per promuovere legalit├á e diritto, sempre e dovunque. Sarebbe auspicabile, per fare un esempio che mi sta molto a cuore, che il nostro ed altri governi si impegnassero per ottenere una moratoria universale della pena capitale, con determinazione ed intensit├á comparabile a quella dimostrata nella vicenda Mastrogiacomo. E non solo il governo: ma i movimenti, i partiti, le organizzazioni non governative, i pacifisti┬╗. Ha visto la reazione Usa e della Gran Bretagna alla liberazione di Mastrogiacomo, ministro Bonino? Gli Stati Uniti ┬źnon approvano concessioni ai terroristi┬╗, parlano di ┬źdisappunto, preoccupazione, sorpresa┬╗... ┬źLa reazione pubblica Usa ├Ę comprensiblle, anche se non mi pare sia stata esplicitata cos├Č al ministro D'Alema. Certo, la liberazione di cinque Talebani, che le truppe Nato rischiano di ritrovarsi di fronte nei ranghi dei nemici armati, ├Ę una questione di cui vanno valutate le conseguenze. Per avere un assaggio basta andare a vedere i siti islamici che stanno inneggiando alla vittoria dei talebani contro gli "infedeli". Per questo credo fermamente che occorra una buona volta uscire tutti, cio├Ę governo, media, partiti e opinione pubblica, da questa specie di "trance" nazional-popolare che avvolge ll Paese ogni volta che si produce un episodio del genere. Tragedie ed orrori, sui teatri di guerra, avvengono purtroppo regolarmente, e non c'├Ę un diritto all'esenzione per quelli che non sopportano l'idea che queste cose avvengano. ├ł tempo di riprendere la strada del rigore se vogliamo evitare che i nostri connazionali diventino, per paradosso, ostaggi pi├╣ "appetibili"┬╗. Per lei ├Ę giusto, come principio assoluto, trattare nel caso di un rapimento come quello di Mastrogiacomo? ┬źChe sia doveroso tentare di salvare una vita umana, mi pare non controverso. In pi├╣ tentare di garantire e proteggere la vita di un connazionale ├Ę per ogni governo un obbligo istituzionale. Bisogna vedere a che prezzo. ├ł facile dichiararsi d'accordo con il principio che una vita non ha prezzo. Per├▓ "dialogare" pu├▓ voler dire scendere a compromessi: ├Ę il punto di caduta di tale compromesso che conta. Devo ammettere che la gioia per la liberazione di Mastrogiacomo ├Ę stata in me molto mitigata dalla sorte raccapricciante subita dall'autista. E trovo che le espressioni di lutto nei confronti di un ostaggio che aveva il solo tratto distintivo di non essere italiano siano state poche, blande e tardive. Mi interrogo sulla sorte dei suoi quattro figli, della moglie...┬╗. ├ł giusto affidare la trattativa a un organismo come Emergency e sottrarla allo Stato? Il ministro Parisi, per esempio, dice di no... ┬źOrganizzazioni non governative che hanno una credibilit├á da spendere possono agire da facilitatori. Ma il timone deve rimanere in mano allo Stato. Il motivo ├Ę semplice: lo Stato deve rendere conto politicamente della propria azione. Invece una Organizzazione non governativa, no. La differenza non ├Ę banale, mi sembra┬╗. Cosa pensa del risultato finale ottenuto da Strada al costo di cinque talebani prigionieri? Il mediatore di Emergency ├Ę stato arrestato, l'interprete ├Ę ancora prigioniero. ┬źNon voglio entrare nel merito di chi abbia ottenuto cosa. Per il governo si ├Ę trattato di un gioco di squadra. Non mi impressiona l'idea dello scambio, che non ├Ę senza precedenti. Ricordo che anche Timor Shah, in cambio della liberazione di Clementina Cantoni, ottenne denaro e il rilascio della madre dal carcere di Kabul. Mi sembra per├▓ che cinque talebani appartenenti all'ala dura del movimento e dal passato sanguinano pongano problemi aggiuntivi...┬╗.





Altri articoli su:
[ Afghanistan ] [ Asia Centrale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Islam e democrazia ] [ Italia ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Comunicati su:
[ Afghanistan ] [ Asia Centrale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Islam e democrazia ] [ Italia ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Interventi su:
[ Afghanistan ] [ Asia Centrale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Islam e democrazia ] [ Italia ] [ Unione Europea ] [ USA ]


- WebSite Info