sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> La Repubblica


"CERCHEREMO IL SI DELL'EUROPA MA GUAI A SOGNARE L'UNANIMITA'"

La Repubblica - 8 aprile 2007 Emma Bonino: il corteo serve a trasformare la volontà politica in azione concreta, di Francesco Bei ROMA - La marcia di Pasqua serve a premere sul governo affinché adempia all'impegno di presentare una risoluzione all'Onu sulla moratoria della pena di morte. Non è paradossale l'adesione di Prodi e di altri 16 ministri? "Non mi sembra paradossale risponde il ministro Emma Bonino, che questa mattina sfilera nel centro di Roma perché il problema non e la presa di posizione italiana, quanto la difficile battaglia che abbiamo di fronte. Solo noi, che siamo cosi eurocentrici, la diamo un pò per scontata. Mentre invece bisogna mettersi al lavoro di buzzo buono questa è una lotta che necessita non solo di un'adesione ideale, ma di un impegno prioritario. Il senso di questa mobilitazione è trasformare la volontà politica, che in Italia c'è, in pratica di lavoro". In questo senso sembra cruciale l'appuntamento del 23 aprile, quando D'Alema andrà a chiedere il sostegno al ministri degli Esteri europei. "Esattamente, ma senza che questo ci debba bloccare. Io sono sempre stata convinta che è bene che ci sia l'Europa, ma bisogna tener conto del fatto che ci sono anche Paesi che, per loro calcoli, sono meno ispirati di noi. Come l'Olanda o la Danimarca, magari per non dispiacere agli Usa. L'appuntamento del 23 e importante ma per noi radicali ci sono due condizioni". Quali? "La prima è che il governo ci arrivi con il testo della risoluzione da sottoporre all'Onu, perché finora si sono raccolte le adesioni su una semplice dichiarazione che non ha procedure vincolanti. E la seconda è che si dica chiaramente che auspichiamo ovviamente il sostegno totale dell'Ue, ma deve essere chiaro che questa battaglia non è una bandiera dell'Europa contro il resto del mondo. L'obiettivo da perseguire è che i cofirmatari della risoluzione siano di tutti i continenti". u questo punto c'è una differenza di strategia tra voi e la Farnesina? "Tradizionalmente molti sforzi dei governi italiani si sono bloccati o attenuati di fronte alla non unanimità europea". A inseguire l'unanimità europea secondo voi si rischia l'impasse? "Esatto, anche perché l'unanimità nell'Ue non c'è mai su niente". Perché la marcia sfocia in piazza San Pietro? Vuol dire che il Papa non va bene sui Dico ma va bene per la pena di morte? "Al di là di tutte le cose che in questi mesi ci hanno separato, in modo anche molto duro, noi auspichiamo che il Papa abbia un pensiero per il mondo. Sembra così ossessionato dalle vicende italiane, che se per una volta tornasse a guardare al mondo non sarebbe male. L'augurio è che usi per una volta la sua influenza per il bene dell'umanità. Anche perché parlerà "Urbi et Orbi" e non solo alla Rai, dove è praticamente di casa".





Altri articoli su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Pena di morte ] [ Unione Europea ] [ Vaticano ]

Comunicati su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Pena di morte ] [ Unione Europea ] [ Vaticano ]

Interventi su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Pena di morte ] [ Unione Europea ] [ Vaticano ]


- WebSite Info