sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Finanza&Mercati


BONINO TAGLIA IL NASTRO AI MAGAZZINI GUM. E' IL MADE IN ITALY SHOW

Finanza&Mercati - 12 aprile 2007 Per tre settimane i corridoi principali che si affacciano sulla Piazza Rossa saranno allestiti per promuovere i prodotti del «Sdielano v Italiy» Il ministro per il Commercio internazionale Emma Bonino ha tagliato ieri il nastro di un evento espositivo ai Magazzini Gum di Mosca che coinvolge 500 aziende italiane. Per tre settimane, i corridoi principali dei magazzini che si affacciano sulla Piazza Rossa, rimarranno allestiti per promuovere i prodotti del «Sdielano v Italiy» (fatto in Italia), che ha come obiettivo quello di introdurre nel vasto mercato russo nuovi marchi italiani che mai, o solo marginalmente, si erano affacciate su un mercato estremamente dinamico e in crescita come quello russo. Abbigliamento, profumeria, pelletteria, calzature, prodotti enogastronomici, vini, mobili, articoli per l'illuminazione, automobili e motocicli sbarcano sul mercato Est europeo: una gamma completa della produzione italiana destinata ai consumatori russi, in particolare quelli della fascia medio alta, che sono i clienti naturali di Gum. La promozione presso i prestigiosi magazzini moscoviti chiude di fatto i diciotto mesi di impegno promozionale del made in Italy nella federazione russa e fa seguito ad altri eventi come la mostra «Mito e velocità» al Maneggio di Mosca avviata agli inizi del 2006 e dedicata all'eccellenza italiana nel settore dell'automotive. Tutte iniziative collegate al dato, ormai in crescita da diversi anni, delle esportazioni italiane dirette al mercato russo: nel 2006 le vendite hanno toccato i 7,6 miliardi di euro con un incremento del 25,7 per cento rispetto al 2005. Tra i settori di maggiore peso nella bilancia export per il forte gradimento da parte del consumatore medio russo, in testa l'abbigliamento, seguito da mobili e, subito dopo, dalle calzature.





Altri articoli su:
[ Asia ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Russia ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Asia ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Russia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Russia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info