sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> MF


BONINO, L'ITALIA INVESTA DI PIU' NEGLI USA

MF - 31 ottobre 2007 di Andrea Fiano da New York Crescono gli investimenti diretti italiani negli Stati Uniti, 7 miliardi di dollari quest'anno rispetto ai 5,5 dell'intero 2006, grazie ai contributi fra gli altri di Luxottica, Eni, Barilla e Campari. L'export del Made in Italy deve invece fare i conti con la forza dell'euro e l'aumento dei costi delle materie prime e «dato che non controlliamo né il prezzo del dollaro né quello del greggio dobbiamo chiederci come rafforzarci nelle attuali condizioni». Con queste premesse, ieri il ministro per il commercio con l'estero e gli affari europei Emma Bonino ha incontrato nella sede di New York dell'Ice la business community italiana, alla ricerca di suggerimenti e segnali sull'andamento della loro attività. Il tutto per arrivare alla conclusione che è necessario «un rapido programma straordinario di promozione dei prodotti italiani negli Usa incentrato sulle fasce alte di prodotto e mercato», definizione di modalità e investimenti della promozione anche nel medio periodo e uno sforzo per decentrare le promozioni. Il tutto oltre a uno sforzo per l'approvazione rapida della Finanziaria, che aumenta i fondi per la promozione del commercio estero. E poi, a margine dell'incontro, c'è anche tempo per una battuta sul futuro di Alitalia: «Qualunque cosa, purché la faccia funzionare, compreso un eschimese». Le cifre dell'Ice mostrano che nel periodo gennaio-agosto l'export italiano verso gli Usa è cresciuto del 5,39% rispetto all'anno precedente, per un totale di 23,1 miliardi di dollari, passando dall'1,80% all'1,82% del totale, mentre gli Usa hanno registrato una crescita dell'11,1% dell'export verso l'Italia, a 9,1 miliardi di dollari. In calo, però, risultano le esportazioni italiane di gioielleria (-11%), chimica (-9,5%) e meccanica strumentale (-6,7%) a fronte di un +10% dei vini e di una forte crescita per abbigliamento e calzature.





Altri articoli su:
[ Americhe ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Comunicati su:
[ Americhe ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Interventi su:
[ Americhe ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Unione Europea ] [ USA ]


- WebSite Info