sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 aprile 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Messaggero


BONINO: ACCORDO QUASI RAGGIUNTO SULLA MORATORIA PER LA PENA DI MORTE

Il Messaggero - 1 novembre 2007 di Flavio Pompetti New York - L'accordo sul testo della proposta di moratoria contro la pena di morte √® quasi raggiunto. Il documento redatto con la firma dei rappresentati di 71 paesi √® pronto per essere presentato all'Onu questa mattina, appena in tempo per evitare le scadenze di calendario che lo renderebbero improponibile nell'attuale sessione. L'annuncio √® stato dato ieri mattina a New York dal nostro ministro Emma Bonino, stremata dopo una kermesse di tre giorni e trenta incontri bilaterali con altrettanti diplomatici stranieri, ognuno dei quali aveva espresso obiezioni nei giorni scorsi, minacciando di ritirare l'appoggio del suo Paese. Il passaggio di difficile definizione √® quello che presenta la richiesta di sospensione temporanea della pena di morte come un punto intermedio sulla strada della completa abolizione della sentenza capitale. Il concetto √® ancora incluso nel testo negoziato ieri, ma la sua scrittura √® costata un ingente impegno di doti diplomatiche. Una volta presentata, la richiesta di moratoria sar√† oggetto di un voto, previsto a met√† novembre, prima di essere presentato all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite agli inizi di dicembre. La Bonino non si aspetta particolari obiezioni da parte degli Usa - ¬ęLa moratoria in questo Paese √® di fatto gi√† vigente¬Ľ, ha detto il Ministro per il Commercio con l'Estero, riprendendo un concetto espresso l'altro giorno dal quotidiano cittadino New York Times. Nessuna sentenza √® stata eseguita in America a partire dallo scorso 25 settembre, quando la Corte Suprema ha annunciato di volere pronunciarsi sulla costituzionalit√† della pena di morte. La siringa letale √® stata fermata ancora una volta due giorni fa in Texas, e ieri mattina in California e in Missisippi, a poche ore dalla conferenza stampa sulla moratoria. Scontate sono le opposizioni di alcuni Paesi come Singapore, l'Egitto e alcuni dei Paesi caraibici, che da soli non dovrebbero comunque ostacolare l'iter della richiesta. La Bonino teme piuttosto le insidie procedurali dei prossimi mesi, e trabocchetti degli emendamenti che potrebbero affossarla. E` per questo che a dispetto dell'ottimismo imperante nella sala della Missione Italiana all'Onu che ospitava la conferenza stampa, ha esortato a "non sedersi sugli allori". ¬ęQualcuno l'ha presa in parola¬Ľ, ha scritto il presidente del Consiglio Romano Prodi in una lettera indirizzata al maratoneta olimpionico Stefano Baldini. Il corridore era anche lui presente all'annuncio della Bonino perch√© ha sposato la causa della lotta contro la pena di morte, e domenica prossima correr√† la gara dei cinque quartieri di New York con una maglietta che reca i colori nero, rosso e bianco della campagna di "Nessuno Tocchi Caino".





Altri articoli su:
[ Americhe ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ ONU ] [ Pena di morte ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Comunicati su:
[ Americhe ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ ONU ] [ Pena di morte ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Interventi su:
[ Americhe ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ ONU ] [ Pena di morte ] [ Unione Europea ] [ USA ]


- WebSite Info