sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Messaggero


GAS, DECOLLA L'ACCORDO COL QATAR

Il Messaggero - 13 novembre 2007 di Paolo Cacace Doha - Giovani che pattinano sulla pista di ghiaccio, ovviamente artificiale, di un mega-centro commerciale, operai immigrati (nepalesi, bengalesi, pakistani) che lavorano giorno e notte per costruire nuovi grattacieli. Ecco due immagini emblematiche della capitale dello sceiccato del Golfo di cui è ospite Giorgio Napolitano; una visita di Stato dominata - neanche a dirlo - dai temi energetici poiché il Qatar è il terzo produttore al mondo di gas naturale (dopo Russia e Iran) e il primo di gas liquefatto. Con l'Italia le prospettive sono e restano eccellenti. «C'è una corsa verso il Qatar», esclama Napolitano, preannunciando per gennaio l'arrivo di Prodi. L'accordo per la fornitura di gas liquefatto era stato già raggiunto nei mesi scorsi. Restavano da risolvere problemi di carattere ambientale legati alla costruzione dell'impianto di degassificazione off-shore di Rovigo. Ma ieri Napolitano ha convenuto nel lungo colloquio con il corpulento e affabile emiro Hamed ben Khalifa al-Thani che l'intesa potrà diventare operativa a partire dall'anno prossimo. «E` fatta», ha commentato soddisfatto Napolitano. E il superamento di ogni ostacolo, anche europeo, è stato confermato dal ministro per il commercio estero, Emma Bonino. Dunque: l'Italia potrà importare dal Qatar un quantitativo pari al 10 per cento del fabbisogno energetico diversificandogli approvvigionamenti. E questa quota - suscettibile di aumentare in futuro - dovrebbe metterci al riparo da emergenze energetiche invernali. Beninteso, le autorità del Qatar sono molto caute nell'estrazione del gas. E lo stesso emiro non nasconde l'ambizione, apparentemente paradossale, di investire nella produzione di fonti alternative di energia. Naturalmente il colloquio di Napoletano con questo autocrate illuminato ha spaziato su altri temi. Il Qatar è protagonista di un boom economico senza precedenti, il reddito pro-capite è di 65mila dollari l'anno, uno dei più alti del mondo. Ma non mancano le contraddizioni. Su una popolazione di un milione di anime i "qatarini" sono appena 200 mila; per i lavoratori immigrati le regole sono durissime. Dal suo avvento al potere,nel 1995, l'emiro ha avviato una politica di cauta apertura simboleggiata dal "via libera" alla spregiudicata emittente "Al Jazeera". Al tempo stesso, la terza moglie dell'emiro, la bellissima sceicca Moza, ha acquistato un potere sempre maggiore. E` una first lady moderna. Dirige la Qatar Foundation e con lei Napolitano ha avuto il primo incontro della visita. Avvolta in un lungo abito nero, Moza parla senza timidezze. «Non è vero - osserva - che si fa fatica ad attribuire un ruolo alle donne nel mondo arabo. Bisogna semplicemente tornare ai tempi antichi quando lo avevano». Insieme al marito si è detta innamorata dell'Italia e di Roma (hanno acquistato un palazzetto nella Capitale). «Ci siamo dati appuntamento a Milano per il 7 dicembre per la prima della Scala», ha rivelato Napolitano. Quindi la coppia reale ha partecipato all'inagurazione della mostra sul genio di Leonardo organizzata dal ministero del Commercio internazionale. Sulle crisi regionali l'emiro ha espresso preoccupazione soprattutto per il rischio di una guerra in Iran. «C'è l'angoscia - spiega Napolitano - di un Paese interessato vitalmente alla libertà di circolazione».





Altri articoli su:
[ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Medio Oriente ] [ Qatar ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Medio Oriente ] [ Qatar ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Medio Oriente ] [ Qatar ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info