sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 marzo 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> La Repubblica


IL DALAI LAMA A MILANO TRA LE POLEMICHE SOLO UN INCONTRO PRIVATO CON TETTAMANZI

La Repubblica - 6 dicembre 2007 Oggi comincia il tour italiano. Accuse da Hong Kong: “Il Vaticano non vuole urtare la sensibilità della Cina” di Zita Dazzi È arrivato ieri all’alba a Milano il Dalai Lama, massima autorità spirituale buddismo tibetano, premio Nobel per la pace. Ma la sua visita, attesa con impazienza da migliaia di fedeli che riempiranno gli stadi per ascoltare i suoi insegnamenti, è fonte di grandi imbarazzi istituzionali in Italia. Per il governo sarà il ministro Emma Bonino a riceverlo, come lei stessa ha dichiarato, pur specificando: «Premesso che lo vedrò e premesso che nessuno mi ha chiesto alcun incontro e che, quindi, andrò avanti con l’agenda come previsto, certamente lo incontrerò». Sede dell’incontro sarà l’ottavo Summit dei Premi Nobel della Pace, promosso dalla Fondazione Gorbaciov e dal Comune di Roma. Il vertice si terrà in Campidoglio giovedì prossimo, presenti fra gli altri l’attore George Clooney, l’ex presidente sovietico Mikhail Gorbaciov e diversi altri premi Nobel, tra cui l’indiano Mohammed Yunus, il polacco Lech Walesa e Rita Levi Montalcini. Anche il presidente della Camera Fausto Bertinotti incontrerà al summit il Dalai Lama, per altro ricevuto in passato dal presidente Bush e da quello tedesco Merkel. Ma l`imbarazzo è internazionale: la Deutsche Post, per non correre rischi con la Cina, ha rifiutato un’emissione speciale commemorativa con il ritratto del leader tibetano. Le autorità di Pechino hanno contattato settimane fa il ministero degli Esteri italiano per esprimere la condanna del governo cinese verso chi incontrerà il capo del governo in esilio del Tibet. Anche la decisione del Papa, di non ricevere il Dalai Lama, ha sollevato illazioni e polemiche. Secondo il prestigioso quotidiano di HongKong, South China Morning Post la mossa avrebbe spianato le relazioni fra Pechino e il Vaticano, e aperto la strada all’ordinazione di padre Giuseppe Gan Junqiu, da ieri nuovo vescovo di Guangzhou. Per queste ragioni anche il cardinale di Milano Dionigi Tettamanzi avrebbe preferito non uscisse la notizia - divulgata dagli organizzatori della visita del leader tibetano - del suo incontro «strettamente privato» col Dalai Lama fissato per oggi pomeriggio. Il Governatore della Lombardia Roberto Formigoni è l’unico fra i politici milanesi ad annunciare un incontro istituzionale con il leader mondiale dei buddisti. Il presidente della Provincia Filippo Penati ha optato per la «visita privata» nell’albergo del centro di Milano dove il Dalai Lama alloggerà fino a domenica. Il sindaco Letizia Moratti invece ha annunciato un «incontro privato» nell’ambito dei colloqui con i Premi Nobel per la pace, senza definire dove e come questo appuntamento avverrà. Solenne cerimonia invece ha organizzato il Comune di Cologno Monzese che domenica conferirà a Tenzin Gyatso la cittadinanza onoraria. Proteste per il trattamento riservato al premio Nobel arrivano da Paolo Pobbiati, presidente della sezione italiana di Amnesty International - «Sono indignato per il balletto delle nostre istituzioni verso il Dalai Lama, solo per paura di una reazione del governo cinese» - e dalla presidente del Fondo Italiano per l’Ambiente Giulia Maria Crespi. Intanto sono più di ottomila le persone che ascolteranno l’insegnamento del Dalai Lama al Pala Sharp di Milano su «La via della Pace interiore».





Altri articoli su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Estremo Oriente ] [ Italia ] [ Tibet ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Estremo Oriente ] [ Italia ] [ Tibet ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Cina ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Estremo Oriente ] [ Italia ] [ Tibet ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info