sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 ottobre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


SULLE INFRAZIONI L’ITALIA PIU’ VICINA AGLI ALTRI PAESI UE

Il Sole 24 Ore - 12 dicembre 2007 di Gerardo Pelosi Roma – L’Italia resta la "maglia nera" per numero di procedure di infrazione nell’Unione europea ma riduce in maniera significativa la distanza dagli altri Stati Ue. Per le direttive sul mercato interno il nostro Paese si segnala, invece, con una riduzione del deficit di trasposizione all’1,3% (la media Ue è del 1,2%), miglior risultato dal 1997. Sono questi i dati resi noti ieri a Bruxelles dal collegio dei commissari sulle infrazioni e dalla rappresentanza italiana alla Ue. Particolarmente soddisfatta dei risultati si è dichiarata Emma Bonino, ministro delle Politiche comunitarie, che nel 2006 aveva ereditato ben 275 procedure di infrazione. Con una serie di Misure (dalla task force infrazioni alla creazione di un sito sullo stato dell’arte dei provvedimenti) questo numero si è oggi ridotto a 198. «Si è trattato di un’impresa titanica - ha spiegato la Bonino - compiuta in un Paese come il nostro dove il mio dicastero ha solo un ruolo di puro coordinamento; è importante che questa marcia di avvicinamento ci restituisca quella credibilità e quella forza contrattuale necessarie nel momento in cui ci troviamo a negoziare dossier sensibili per i nostri interessi nazionali». Resta il fatto che nella riunione trimestrale del collegio dei commissari, dedicato alle procedure di infrazione, è stata decisa ieri l’archiviazione di 34 procedure per l’Italia: Ciò ha portato, per la prima volta, il numero delle procedure sotto la soglia di 200, esattamente 198, di cui 165 per non corretta applicazione del diritto comunitario e 33 per mancata trasposizione di direttive. Delle 34 direttive archiviate ben 31 riguardano casi di mancato recepimento a riprova del lavoro compiuto dal dipartimento delle Politiche comunitarie negli ultimi mesi. Si registra, tuttavia, l’apertura di una nuova procedura d’infrazione sulla pubblicità nella televisione italiana che dovrebbe assorbire anche quella pendente sui cosiddetti "minispot". E’ stato inoltre deciso che, da gennaio, la Commissione terrà riunioni mensili sulle procedure di infrazione anziché trimestrali come avvenuto finora. Per quanto riguarda le direttive del mercato interno i servizi della Commissione avrebbero dato la loro disponibilità a considerare il caso italiano una "success story" cui dedicare particolare attenzione in occasione della divulgazione del prossimo "scoreboard" (pagelle) di febbraio 2008. Il nostro Paese figurava, infatti, al terz’ultimo posto con un deficit di trasposizione del 2,7% a fronte di una media dell’1,6% ma tra fine luglio e fine agosto 2007 sono stati approvati circa 30 decreti legislativi per altrettante direttive. Ora il prossimo obiettivo è raggiungere quell’1% di deficit entro il 2009 come indicato dalla Commissione. Senza nulla togliere agli sforzi compiuti, bisogna tuttavia tenere presente che le direttive sul mercato interne 51 sono ridotte notevolmente negli ultimi tempi e quindi è più facile essere virtuosi con un numero di direttive più basso. L’Italia ha dovuto scontare forti ritardi ma lo sforzo è stato più agevole con un numero inferiore di nuove direttive. Infine, oltre ai casi di mancato recepimento (che scatta automaticamente) o ai recepimenti non corretti, restano fuori dalle statistiche le non corrette applicazioni (ad esempio per conflitti tra Stato e Regioni) che scattano solo in caso di reclami.





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info