sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Messaggero


“IL PROCESSO DI PACE NON SI FERMI”

Il Messaggero - 28 dicembre 2007 Da tutta Europa un appello al popolo pachistano: vincano le ragioni del dialogo di Marco Berti Roma - «Il cammino verso la pace e la democrazia non deve interrompersi». E` questo il messaggio preoccupato che il presidente del Consiglio, Romano Prodi, lancia al Pakistan e al resto del inondo a poche ore dall’assassinio di Benazir Buttho, avvenuto in un contesto politico già fortemente instabile. E tutto questo in un Paese, il Pakistan, pienamente coinvolto nelle vicende del vicino Afghanistan, dove l’Italia è impegnata con una forte presenza militare. Nella nota diffusa da Palazzo Chigi, Prodi definisce la Buttho «una donna che ha voluto combattere fino in fondo la sua battaglia con una sola arma, quella del dialogo e del confronto politico». «Condanno con sdegno - prosegue il premier - la cieca furia del terrore che ha portato ancora sangue e dolore in Pakistan, una terra già troppe volte martoriata dal fanatismo. Il sacrificio dell’ex premier Buttho dovrà essere l’esempio più forte per chi non si arrende al terrorismo». E` sulla stessa onda il ministro degli Esteri Massimo D’Alema. Anche il capo della Farnesina mostra preoccupazione per il futuro del Pakistan. «Condanno fermamente - scrive in una nota inviata al suo omologo di Islamabad, Inani Ul Haque - tale atto di barbara violenza che, nel colpire il Pakistan a pochi giorni dalle elezioni, inette una seria ipoteca sul pur complesso e sofferto cammino democratico del Paese». D’Alema parla di «dolore e sgomento» e ribadisce «da determinazione dell’Italia a combattere e isolare ogni fora di terrorismo, nonché a sostenere, in ogni maniera possibile, le ragioni del dialogo e del cammino di riconciliazione nazionale in Pakistan». Dai banchi del governo, interviene anche Emma Bonino. «il tragico attentato "annunciato" - dice il ministro per il Commercio internazionale e perle Politiche europee - che è costato la vita a Benazir Bhutto e a molti suoi seguaci conferma che la situazione in Pakistan sta subendo un’inquietante accelerazione in negativo, in un’area del mondo che già presenta molteplici rischi per la pace e la sicurezza internazionali». Una condanna su quanto accaduto a Rawalpindi viene anche dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi. «Il feroce assassinio di Benzir Buttho - dice - rappresenta un atto di barbarie che sconvolge tutti gli uomini liberi». Il leitmotif delle reazioni alla strage di ieri, in Italia e fuori, è identico: la preoccupazione di una deriva autoritaria in Pakistan o di una guerra civile. Ed ecco l’appello che arriva da Bruxelles, dalla presidenza portoghese della Ue: l’assassinio della Buttho non mini il processo democratico in corso in Pakistan. Segue una esortazione al popolo pachistano perché si astenga da violenze e disordini e prosegua il percorso naturale della riconciliazione nazionale. Di «attacco alla democrazia» parla anche il presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Durao Barroso. Anch’egli insiste sul futuro del Paese, proprio quando sembrava che stesse ritrovando la via della democrazia. «Spero che il Pakistan - dice Barroso resterà saldamente sulla via del ritorno all’ordine democratico civile».





Altri articoli su:
[ Afghanistan ] [ Americhe ] [ Asia ] [ Asia Centrale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Islam e democrazia ] [ Pakistan ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Comunicati su:
[ Afghanistan ] [ Americhe ] [ Asia ] [ Asia Centrale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Islam e democrazia ] [ Pakistan ] [ Unione Europea ] [ USA ]

Interventi su:
[ Afghanistan ] [ Americhe ] [ Asia ] [ Asia Centrale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Islam e democrazia ] [ Pakistan ] [ Unione Europea ] [ USA ]


- WebSite Info