sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 ottobre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


“NESSUN RISCHIO DI PERDERE FONDI”

Il Sole 24 Ore - 9 gennaio 2008 Il ministro per le politiche Ue Bonino rassicura: sono finanziamenti strutturali di Rossella Bocciarelli Roma – Si terrà a Roma il 28 gennaio prossimo un incontro tra Governo italiano, Regioni e Commissione Ue sul pacchetto ambiente e in quella sede verrà affrontato il tema dell’emergenza rifiuti in Campania. Lo ha annunciato ieri il ministro per il Commercio internazionale e le Politiche comunitarie, Emma Bonino, durante una conferenza stampa sull’attività del ministero per accelerare la trasposizione delle direttive europee nell’ordinamento italiano e contrastare la propensione nazionale a infrangere le regole di Bruxelles. Tra venti giorni, dunque, la Commissione dovrà decidere se andare avanti con la procedura di infrazione avviata nei confronti dell’Italia. «La Commissione europea - ha spiegato Emma Bonino - ha avviato una procedura di infrazione generica nei confronti dell’Italia», ossia un warning rispetto ai pericoli per la salute e per l’ambiente derivanti dall’inadeguata gestione dei rifiuti nella città. Una prima lettera di messa in mora era stata inviata a Roma già il 27 giugno scorso, ma in seguito alle risposte fornite dal Governo italiano i funzionari comunitari avevano scelto di non passare alla seconda fase della procedura d’infrazione (quella del «parere motivato»). Una seconda. lettera di avvertimento era arrivata il 23 ottobre scorso. A questo punto, nell’appuntamento di fine gennaio si capirà se nei confronti del nostro Paese scatterà il parere motivato oppure no. «A partire dalle motivazioni che verranno portate dall’Italia ha infatti spiegato il ministro la Commissione deciderà come procedere». Ma anche un’eventuale formalizzazione degli addebiti non comporterebbe il rischio di perdere i fondi del Programma operativo regionale (Por). «Non c’è rischio di perderli - ha detto il ministro - semmai di averli più tardi. Per richiesta avanzata dall`Italia e dalla Campania nel Por - ha infatti spiegato - i fondi saranno erogati alla fine della gestione del commissariamento. Ma le spese destinate ad iniziative infrastrutturali possono essere certificate e messe a bilancio alla fine del commissariamento. I fondi sono destinati ad iniziative infrastrutturali e non all’emergenza». Con toni un po` meno rassicuranti rispetto alle sorti effettive dei 500 milioni di fondi regionali stanziati dalla Ue nel quadro del programma pluriennale, la portavoce della Commissione Europea Eva Kaluzynska, responsabile della politica regionale, ha invece sottolineato ieri che «la Commissione Europea segue molto da vicino gli sviluppi della situazione in Campania, e farà il punto sull’applicazione di questo piano dopo uno stretto monitoraggio. Le spese che la Regione dichiara e per le quali chiede degli aiuti - ha precisato il ministro - dovranno essere coperte da una dichiarazione in base alla quale risultino collegate solo a progetti conformi al piano e alle richieste del programma regionale». Non va trascurato il fatto che l’incarico al nuovo commissario rifiuti in Campania, il prefetto Gianni De Gennaro, è stato già annunciato con durata limitata, pari a quattro mesi. Un periodo apparentemente molto limitato per rimettere in sesto l’emergenza in Campania, che dura da più di un decennio, ma è evidente che un commissariamento a scadenza breve sia pensato come un segnale che tenta di rassicurare Bruxelles per non avere contraccolpi sul finanziamento.





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info