sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 ottobre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


DIECI EMENDAMENTI DEL GOVERNO RITOCCANO LA COMUNITARIA 2007

Il Sole 24 Ore - 15 gennaio 2008 Iter veloce per evitare procedure d’infrazione Roma - La convenzione unica autostradale non è retroattiva, quindi si applica a partire dai nuovi contratti. Il chiarimento, peraltro già annunciato, è del Ministro delle infrastrutture, Antonio Di Pietro, e la norma verrà inserita nella legge Comunitaria 2007. Il ministero per le Politiche europee ha presentato ieri alle Camera dieci emendamenti al Ddl Comunitaria 2007. In particolare, l’emendamento presentato dal ministero per le Infrastrutture riflette puntualmente quanto richiesto dalla Commissione europea, in particolare dal Commissario Charlie McCreevy, al fine di eliminare ogni ambiguità interpretativa in merito alle disposizioni sui contratti di concessioni esistenti, contribuendo così alla chiusura della procedura di infrazione aperta contro l’Italia dalla Dg Mercato Interno. Due emendamenti proposti dal dipartimento Politiche comunitarie sono invece volti a sanare la procedura di infrazione in materia di proroga delle convenzioni per le concessioni di agevolazioni alle imprese artigiane e a completare il recepimento della direttiva in materia di riconoscimento delle qualifiche professionali, facendo riferimento anche ai nuovi paesi Ue (Romania e Bulgaria). Di particolare rilevanza l’emendamento che conferisce al Governo la delega per l’attuazione di direttive di recente pubblicazione per accelerare l’iter di recepimento della normativa Ue nell’ordinamento italiano. «Ci auguriamo che il Ddl Comunitaria prosegua speditamente il suo iter», ha detto il ministro per le Politiche Europee Emma Bonino. «Una rapida approvazione del provvedimento in discussione ormai da un anno ci consentirebbe non soltanto di stare al passo con la normativa europea, evitando inutili e penalizzanti ritardi, ma anche di contribuire a risolvere alcune procedure d’infrazioni oggi aperte contro l’Italia».





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info