sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Sole 24 Ore


LA MECCANICA RIDUCE IL DEFICIT CON I PAESI EXTRA UE

Il Sole 24 Ore - 28 marzo 2008 Secondo l’Istat in febbraio discesa a 1,33 miliardi da 1,7 Milano - L`inizio d`anno positivo non tradisce le aspettative. E così il mese di febbraio conferma il trend del saldo commerciale italiano con i Paesi extra-Ue già evidenziato in gennaio; è risultato negativo per 1,33 miliardi di euro, dunque inferiore a quello registrato nello stesso mese del 2007, pari a 1,744 miliardi. Secondo l`analisi dell`Istat, le esportazioni su base annua sono aumentate del 17,7%, mentre le importazioni sono cresciute del 12 per cento. Prendendo come riferimento il mese di gennaio, invece, le esportazioni registrano un incremento del 3,8% a fronte di un aumento delle importazioni pari allo 0,6 per cento. Nei primi due mesi del 2008, rispetto allo stesso periodo del 2007, le esportazioni sono aumentate del 18,1% e le importazioni del 12,5 per cento. Il saldo è risultato negativo per 5,674 miliardi di euro; ancora una volta il disavanzo è in calo rispetto ai 6,052 miliardi dello stesso periodo dell`anno precedente. Commentando i dati Istat, il ministro del Commercio internazionale Emma Bonino ha osservato che «il mese di febbraio vede un consolidamento della crescita delle esportazioni che appare per certi versi eccezionale rispetto ad una congiuntura generalmente sfavorevole. Sono risultati che attestano l`accresciuta competitività del made in Italy sui mercati mondiali, già sperimentata nel biennio 2006-2007». A trainare la crescita delle esportazioni di febbraio rispetto allo stesso mese del 2007 sono stati i prodotti petroliferi raffinati (+67,8%) e il settore macchine e apparecchi meccanici (+27,8%). Determinante per il risultato positivo è stato anche` l`aumento delle esportazioni di carta, stampa ed editoria (+21,5%), industria tessile e abbigliamento (+21,2%) e legno e prodotti in legno esclusi i mobili (+21%). Proprio grazie al comparto macchine e apparecchi meccanici, le esportazioni verso gli Stati Uniti sono in ripresa dopo un 2007 sostanzialmente negativo: la crescita è stata del lo per cento. Le importazioni dagli Stati Uniti, invece, aumentano del 2,4 per cento. Risultano invece in calo del 9,9% i mezzi di trasporto; un risultato che, secondo quanto afferma l`Istat, sarebbe legato all`impennata delle esportazioni dei mezzi di navigazione marittima che si è verificata, l`anno scorso e che, nel confronto, ha penalizzato il dato di quest`anno. «Ancora una volta il maggior contributo al saldo commerciale manifatturiero si deve all`avanzo commerciale fatto registrare nel settore macchine e apparecchi ma anche nei settori più tradizionali del made in Italy, mobili e soprattutto tessile, - continua Bonino -. Il tessile-abbigliamento fa segnare un aumento dell`export superiore al 21%». Sul versante import invece gas e petrolio contribuiscono per circa tre quarti alla crescita complessiva. I minerali energetici registrano un +29,3%, i prodotti petroliferi raffinati +28,2% e le macchine e apparecchi meccanici +26,9%. Sono invece in flessione le importazioni di metalli e prodotti in metallo (-11,2%) e energia elettrica, gas e acqua (-8%).





Altri articoli su:
[ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Italia ] [ Made in Italy ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info