sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 gennaio 2021 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> La Repubblica


UN FIORE PER KABUL ARRIVA A GINEVRA

I 'fiori per Kabul' sono arrivati a destinazione: le prime 250 mila firme raccolte su iniziativa dell'Italia, a favore delle donne dell'Afghanistan sono state, simbolicamente consegnate oggi, in Svizzera, dal Commissario europeo per gli aiuti umanitari Emma Bonino all'Alto commissario dell'Onu per i diritti umani, Mary Robinson. L'appello - cui ha aderito partecipato Repubblica.it, con più di mille firme inviate da voi lettori - voleva sensibilizzare la comunità internazionale sul problema afgano e sollecitare altri interventi contro "la grave e drammatica segregazione morale e materiale". Hanno inoltre aderito all'iniziativa alcuni premi Nobel (Rigoberta Menchu e Rita Levi Montalcini, Nadine Gordimer), artisti di fama internazionale (Montserrat Caballè, Carla Fracci, Franca Rame) e tante altre personalità, da Danielle Mitterrand alla regina Noor di Giordania fino alla scienziata Margherita Hack. Ora il documento contro la discriminazione femminile imposta dai Taliban, sarà trasmesso al segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan. "Ed è nostra intenzione fare la massima pressione sulla comunità internazionale affinché intervenga al più presto. L'Afghanistan è il solo paese al mondo dove sta scrittoa chiare lettere che le donne non hanno diritti, una cosa a dir poco inaccettabile. Vogliamo fare conoscere nel mondo la volontà delle cittadine e dei cittadini di non abbandonare le donne afghane ai soprusi di un regime che le vuole senza volto e senza diritto alla parola. E' necessario combattere ogni abuso politico e religioso. Bisogna combattere non foss'altro perché il tasso di suicidi femminile riporta numeri preoccupanti in quel paese. No, non sono troppo ottimista, almeno fin quando rimarrano al potere i Taliban, ma come si dice in questi casi, si può sempre sperare nei miracoli", ha dichiarato a Ginevra, Emma Bonino, accompagnata nel viaggio da Pia Locatelli, vice-presidente della Commissione per le pari opportunità. Da Ginevra, intanto, si è appreso che qualche passo si sta compiendo: una conferenza dei donatori per l'Afghanistan - curiosità: in testa c'è l'Unione europea con 200 milioni di dollari - si terrà il 5 maggio a Londra; una risoluzione di condanna della violazioni dei diritti umani sarà ben presto approvata (ma bisogna vincere le resistenze del Pakistan) dalla Commissione per i diritti dell'uomo attualmente riunita a Ginevra.





Altri articoli su:
[ Afghanistan ] [ Un Fiore per le Donne di Kabul ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Comunicati su:
[ Afghanistan ] [ Un Fiore per le Donne di Kabul ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Interventi su:
[ Afghanistan ] [ Un Fiore per le Donne di Kabul ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]


- WebSite Info