sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 settembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Corriere della Sera


BONINO: "STARE A CASA? NON E' UN PRIVILEGIO. COSI' SIAMO ULTIME NELL'UE"

Il Corriere della Sera - 5 marzo 2009 Roma - Emma Bonino racconta: «L'altro giorno alla stazione di Milano ho incontrato una donna, Maria, che correva trafelata. "Non vedo l'ora della pensione", mi ha detto. Ma se non dovessi occuparti di tutto il resto figli, genitori, la spesa - ti piacerebbe lavorare?, ho chiesto. "Certo!", ha detto scappando via». Emma Bonino, senatrice radicale, la pensione a 65 anni per le donne è una sua battaglia. «Sì, da molto tempo. Quando ero ministro di Prodi ho provato a farla approvare». La sinistra radicale si oppose. «Non c'era entusiasmo da parte di nessuno. Dicevano: aspettiamo la sentenza della Corte europea di giustizia. Così, la situazione delle donne italiane sul mercato del lavoro è sempre più patetica». Patetica? «In Italia lavorano 46 donne su cento, mentre la media europea è 60 su cento. In Italia 9 bambini su cento hanno accesso agli asili nido, in Europa 30 su cento». Andrebbe bene il piano del governo? Arrivare per le donne alla pensione a 65 anni, con gradualità fra il 2010 e il 2018? «A me interessa che si faccia, con la gradualità che riterranno necessaria. D'altronde sono costretti: la sentenza europea è arrivata e prevede multe salatissime». Ma la parificazione dell'età pensionabile non basta. «Con i soldi che si risparmierebbero si debbono equiparare carriere e salari tra uomini e donne, detassare il lavoro femminile, come propone Ichino, e sostenere le donne che non cercano lavoro perché hanno troppi altri lavori da fare a casa». Pensioni femminili a 65 anni anche per il settore privato? «Sì, ma si può andare per gradi: questa è una scelta politica». Dopo l'equiparazione donne-uomini si dovrà alzare l'età pensionabile di tutti? Ne hanno parlato Enrico Letta, Ciampi... «Non deve essere un tabù. Il precedente governo Berlusconi fece lo "scalone", ma in modo che lo applicasse il governo successivo. Prodi modificò lo "scalone in "scalini". Accettai perché contemporaneamente fu data una delega al governo per riformare gli ammortizzatori sociali». Ma non è successo nulla. «La delega scadeva a gennaio 2009. Il governo attuale l'ha spostata a luglio. Oggi solo il 30 per cento di chi ha un lavoro ha qualche forma di protezione». Come si batte per tutto ciò, ora che è fuori dal governo? «Sta uscendo un mio libro: "Pensionata a chi?"».





Altri articoli su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Economia ] [ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Economia ] [ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Economia ] [ Italia ] [ Politiche Europee ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info