sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Riformista


"BENE, A VOLTE MEGLIO ESSERE IMPRUDENTI"

Il Riformista - 23 giugno 2009 Emma Bonino: "Capisco l'importanza della partita geopolitica. Ma sui diritti umani ci vuole determinazione" ¬ęCapisco l'importanza della partita geopolitica. Ma sui diritti umani ci vuole determinazione¬Ľ. E Leader radicale, da sempre in prima fila nella difesa e promozione dei diritti civili politici e umani, Emma Bonino negli ultimi anni si √® occupata intensamente dei problemi dell'area mediorientale, per cui auspica una progressiva democratizzazione. Emma Bonino, il ministro degli Esteri Frattini ha detto che se l'Iran non risponde entro oggi (ieri per chi legge,ndr) all'invito per il G8 di Trieste, l'invito decade. E gli iraniani si sono fatti sentire? No. Finora... Evidentemente questo invito non deve interessargli molto. E se non interessa molto a loro, perch√© dovrebbe interessare a noi? Quindi lei √® contraria alla presenza dell'Iran al vertice G8 che da gioved√¨ si occuper√† della stabilizzazione di Afghanistan e Pakistan? Lo dico da marted√¨ scorso. E adesso la situazione √® peggiorata. Dopo le scene di sangue e violenza che abbiamo visto, dopo quello che sta succedendo nelle strade di Teheran, ritirare l'invito sarebbe stato un gesto importante. Lei √® vicepresidente del Senato. Non le sfuggono certamente quindi, le implicazioni diplomatiche negative che deriverebbero dal ritirare un invito avanzato alcune settimane fa... Guardi, cerchiamo di intenderci. Io non sto domandando la rottura delle relazioni diplomatiche con l'Iran. N√© di non dialogare in nessun modo col regime. Niente di pi√Ļ lontano da me che la politica delle gradassate. E l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno. Ma davanti ai morti per le strade di Teheran, davanti alla repressione brutale delle opposizioni, un gesto √® doveroso compierlo. Il ministro degli Esteri Frattini √® stato troppo arrendevole secondo lei? La situazione √® complessa, lo so bene. Non mi sfugge l'importanza regionale dell'Iran, e non mi sfugge nemmeno l'influenza di un paese sciita nella vicina area afghana, a maggioranza sciita, di Herat, dove si trovano i militari italiani. Non sono Alice nel paese delle meraviglie. Tuttavia... Tuttavia? Alle volte la determinazione √® utile. Questa determinazione, a giudicare dalle dichiarazioni ufficiali, sembra mancare pi√Ļ all'Italia che al resto dell'Europa. Per caso c'entrano le nostre ottime relazioni commerciali col paese degli Ayatollah? Non so, pu√≤ darsi. Ma direi piuttosto che la prudenza italiana deriva dall'essere l'Italia presidente di turno del G8. E del resto, finora, prudenti lo sono stati in tanti. Anche gli Usa. Se non altro perch√©, rispetto ai temi che ci interessano da vicino come Occidente, penso all'atomica, fra Ahmadinejad e Mousavi le differenze non sono poi enormi. Anzi, abbiamo fatto bene a non sposare bandiere. A non schierarci apertamente per uno dei candidati. Ormai credo abbiano compreso tutti che la democrazia non si esporta, ma, si supporta. A proposito di supporto. Si pu√≤ fare qualcosa di concreto in favore della gente che rischia la vita per le strade? Ritirare l'invito al governo di Ahmadinejd era un passo. E non lo si √® voluto fare. In generale quello che si pu√≤ e si deve fare √® intensificare i rapporti con tutte quelle organizzazioni che difendono e si battono per la promozione dei diritti umani. Proprio in Iran esiste un dinamico movimento femminile, quasi ignorato dai media occidentali. Al massimo si da un p√≤ di spazio a Shirin Ebadi, quando viene a presentare un libro. Dopo l'iniziativa de Il Riformista, il coordinatore del Pdl, Sandro Bondi ha lanciato una manifestazione in favore della libert√† e della democrazia in Iran che sta ricevendo diverse adesioni. Ottimo. Un'iniziativa a cui d√≤ il benvenuto. Sarebbe bello vedere un p√≤ di gente in piazza non solo quando c'√® da mostrare il proprio atavico antiarnericanismo. Una buona idea. Che per√≤, spiace dirlo, contrasta con il deserto che vedo nel resto d'Europa.





Altri articoli su:
[ Asia ] [ Asia Meridionale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Iran ] [ Italia ]

Comunicati su:
[ Asia ] [ Asia Meridionale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Iran ] [ Italia ]

Interventi su:
[ Asia ] [ Asia Meridionale ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Iran ] [ Italia ]


- WebSite Info