sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> La Repubblica


SOFRI HA RAGIONE IN PIAZZA PER LA CECENIA

ROMA - L'appello che Adriano Sofri ha lanciato ieri su Repubblica perché sia organizzata "una manifestazione enorme" per la Cecenia, dove si compie "un genocidio in Europa", ha subito raccolto il sì dei leader del centrosinistra, di giornali, personalità della politica europea e del sindaco di Roma. Walter Veltroni ha detto di aver già preso contatti con "numerosi esponenti politici", e tra loro Emma Bonino, per organizzare una manifestazione pubblica in Campidoglio alla quale saranno invitati "rappresentanti di tutte le culture politiche". Il 9 o il 10 giugno le date possibili per l'appuntamento. "Ha ragione Adriano Sofri, il dramma del popolo ceceno non tollera più silenzi, reticenze, rimozioni", ha scritto Piero Fassino annunciando la partecipazione sua e dei Ds alla manifestazione. Il segretario Ds ha sottolineato che "democrazia, diritti civili, rispetto dell'identità nazionale sono inalienabili e irrinunciabili per ogni popolo". E' un bene prendere simili iniziative anche per Francesco Rutelli perché bisogna "dire un fermo no all'occupazione russa, no al terrorismo, sì alla pace in Cecenia". Il presidente della Margherita concorda con Sofri, "quella della Cecenia è una guerra che sta lentamente avvelenando le coscienze delle popolazioni coinvolte, sta diventando la tragedia della Russia". Il presidente del gruppo verde all'Europarlamento Daniel Cohn Bendit ha messo in evidenza che "l'assenza di qualsiasi iniziativa politica internazionale di rilievo sul conflitto ceceno è inaccettabile". Serve, si legge nel messaggio firmato anche dal presidente del gruppo verde in Senato Stefano Boco, una "mobilitazione che sia in grado, non solo di portare gente in piazza ma sia capace di svegliare le coscienze". Nel testo si preannunciano "una nuova mozione parlamentare sul conflitto ceceno" e un appello "al Governo italiano, grande amico dell'alleato Vladimir Putin" perché consideri la fine della guerra in Cecenia "una assoluta priorità". Sì alla manifestazione e disponibilità a "fare la nostra parte" anche dal quotidiano Europa.





Altri articoli su:
[ Cecenia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Comunicati su:
[ Cecenia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]

Interventi su:
[ Cecenia ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ]


- WebSite Info