sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 dicembre 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Corriere della Sera (Ed. Roma)


BONINO: ECCO LA MIA LISTA. “POTETE VOTARMI DUE VOLTE”

Il Corriere della Sera (Ed. Roma) - 15 marzo 2010

E attacca: occasione di riscossa per l’Italia e per il Lazio

Roma - «Nel Lazio mi si potrà votare due volte». La candidata dei centrosinistra al governo del Lazio, Emma Bonino, presenta al quartier generale di Largo di Torre Argentina la sua lista per la Regione insieme al segretario di Radicali Italiani Mario Staderini e a un buon numero di candidati tutti con le sciarpe gialle, colore scelto per la campagna elettorale. E spiega che gli elettori laziali potranno votarla sia come governatrice che come capolista della lista «Bonino-Pannella» nelle province di Roma, Frosinone e Latina. «Sono grata a tutte le liste che mi sostengono - mette subito in chiaro la radicale - ma è indubbio che la mia lista di riferimento è quella Bonino-Pannella. Sono grata a quella civica ma quella di riferimento delle mie battaglie è questa. Dietro a ogni nome c`è un patrimonio di resistenza e di idee che hanno fortemente connotato il nostro Paese. Credo sia una lista bellissima, di grande classe dirigente». La lista vede in campo una serie di esponenti delle varie associazioni della galassia radicale: dal tesoriere di Radicali italiani, Michele De Lucia a quello dell`associazione Luca Coscioni Rocco Berardo, da Sergio Rovasio di «Certo Diritti» al legale storico dei radicali Giuseppe Rossodivita. Ci sono Mirella Parachini, compagna di una vita di Marco Pannella, Mina Welby e Diego Sabatinelli (il radicale accusato dal centrodestra di aver bloccato i dirigenti del Pdl mentre cercavano di consegnare le liste), Mario Patrono ed Edda Billi. Tra i «candidati d`onore», oltre al regista Marco Bellocchio, diversi segretari storici del partito radicale: da Angelo Bandinelli a Roberto Cicciomessere a Gianfranco Spadaccia. Poi, da Nettuno, Bonino ha rilanciato la sfida al centrodestra. «Queste elezioni assumono un significato politico, un impegno per la riscossa democratica del Paese. Perché in gioco non c`è solo il Lazio ma tutto il Paese. Possiamo dare l`esempio, con altre regioni più virtuose, ed essere una scintilla che si può estendere per costruire una nuova Italia».





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info