sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 ottobre 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Gente


EMMA CONTRO RENATA: LE NOSTRE RICETTE

Gente - 22 marzo 2010

A pochi giorni dalla elezioni amministrative, il faccia a faccia tra due protagoniste contrapposte

di Rosanna Linguini

È candidata del centrosinistra, ma piace anche a parte del centrodestra. Se sarà eletta, come farà a rappresentare le istanze di un elettorato evidentemente trasversale?

"Ho una storia dentro le istituzioni dove credo di aver dato buona prova. Sono stata commissario europeo indicata da Berlusconi e ho fatto il ministro con Prodi, avendo come bussola l'interesse dell'Europa e quello del Paese. Nel momento stesso in cui si vestono abiti istituzionali ci si mette al servizio di tutti, ma senza radici, non si guarda al futuro".

La sua ricetta per la sanità.

"Più salute e meno sanità, più servizi alla persona, niente partiti. Ma prima di tutto voglio sfatare l'idea che non ci sia abbastanza offerta: al contrario, c'è un eccesso di ospedalizzazione. Non è possibile che se uno sta male debba per forza finire al pronto soccorso. Per questo penso alla figura dell'infermiere di quartiere per quei servizi che non richiedono la professionalità di un medico. Penso a dotare ogni scuola di un infermiere per aiutare bambini e ragazzi nelle piccole emergenze. Penso ai medici di famiglia disponibili a turno sabato e domenica, come le farmacie. E costruirò gli strumenti per allontanare i partiti dalla sanità, a partire dai criteri di nomina di direttori delle Asl e dei primari".

Cosa serve ai "bamboccioni" italiani (per non esserlo più)?

"Una rivoluzione sociale, che purtroppo non è nella disponibilità di un presidente di Regione! Ma si può pensare a forme innovative a termine per sostenerli nell'affitto. I giovani del Lazio devono avere le stesse possibilità dei loro coetanei a Londra e Berlino ma, soprattutto, devono riacquistare la voglia di mordere la vita".

Le politiche per la famiglia che ha in mente?

"Mi voglio occupare anzitutto delle donne, sulle quali si scarica ogni sorta d'incombenza. Stiamo lavorando a un programma per aumentare in maniere consistente il numero degli asili nido, di asili di caseggiato, di voucher per i bambini, di assistenza domiciliare per gli anziani. Insomma, una serie di servizi al femminile flessibile e innovativi".

Misure di sostegno per traghettare fuori della crisi precari e lavoratori?

"In Italia c'è un sistema sociale vecchio e inadeguato. Nell'epoca del lavoro precario, occorrono strumenti nuovi. Il reddito minimo, per esempio, è una misura che esiste in tutta Europa e che in governo continua a ignorare. Nel Lazio è stato introdotto con grande successo: un assegno di circa 600 euro per chi è in difficoltà, ma naturalmente non basta. Bisogna smuovere l'economia del Lazio puntando su alcuni settori specifici e sbloccando i cantieri tenuti fermi da Comune e governo, come quello della Roma-Latina. E dare nuovo impulso all'occupazione attraverso le energie rinnovabili e l'edilizia eco-sostenibile".

La prima cosa che farà se sarà eletta...

"Un'operazione di trasparenza assoluta su tutta l'amministrazione. Voglio che ogni cosa sia online, a portata di mano del cittadino. Tutti devono poter vedere e giudicare in tempo reale, dalle spese del presidente agli appalti nelle opere pubbliche. La trasparenza è il miglior antidoto contro il malaffare e contro la gestione allegra e irresponsabile della cosa pubblica. Tra i primi provvedimenti quello di ridurre i costi della politica".

 





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info