sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 settembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Europa


EMMA BONINO E LE PREDICHE INUTILI

Europa - 21 aprile 2010

Cara Europa, leggo sul Corriere della Sera la forte critica di Sergio Rizzo a Emma Bonino, per la sua decisione di mantenere la vice presidenza del senato, rinunciando al ruolo di consigliere regionale nel Lazio. Francamente non so che dire. lo non ho votato la Bonino, mi sono astenuta dal voto, ma ho stima sia di lei che di Rizzo, del quale lessi a suo tempo con voluttà il libro "La Casta", scritto insieme a Gian Antonio Stella. Mi piacerebbe conoscere la vostra opinione, e anche se la decisione della senatrice Bonino è stata autonoma, o condivisa dalla coalizione di sinistra che ella ha rappresentato alle elezioni di marzo. Grazie.

Ilde Carissimi, Roma

 

Risponde Federico Orlando

Cara signora, lasciamo la volutt√† all'amore, e torniamo alla ragione, come si addice (o dovrebbe) alla politica e all'informazione. Anch'io lessi il libro di Stella e Rizzo, con angoscia, non con volutt√†, e lo recensii, pur rendendomi conto, e non nascondendolo, che - con inadeguata analisi delle incrostazioni strutturali del malcostume - il libro avrebbe finito suo malgrado per incentivare Podio populista per la "politica": e in concreto per una parte, che sembrava "erede" della struttura politica; e avrebbe agevolato l'altra parte, che, pur essendosi dimostrata fonte inesauribile di malcostume, appariva "nuova", anzi antipolitica. La conferma del timore l'avemmo qualche mese dopo, quando, caduto Prodi, sotto il cui regno il libro aveva superato il milione di copie, e tornato al potere Berlusconi, nulla cambi√≤ nel malcostume, ma della casta e di Casta non si parl√≤ pi√Ļ. Il fatto che ora Rizzo tomi implicitamente a parlarne, dimostra l'inutilit√† degli onesti suggerimenti, le "prediche inutili" di einaudiana memoria. Il suo riferimento alla canzone di Shapiro Bisogna saper perdere e la sua conclusione ¬ęPochi, pochissimi sanno accettare la sconfitta¬Ľ saranno intesi come un riferimento specifico alla Bonino, cio√® ancora una volta al centrosinistra, nonostante i molti onesti riferimenti di Rizzo stesso e di Capponi (perch√© gli articoli sono due: quanta grazia, ne avessimo avuto la met√† alle elezioni) ai vari Storace, Guazzaloca, e perfino all'attuale mancato presidente berlusconiano della Liguria Biasutti, che resta alla camera. Insomma, tonta dell'abbandono √® per la Bonino. Sia perch√© la destra √® una chiesa che pratica automaticamente l'indulgenza plenaria ai suoi papi, cardinali, vescovi, diaconi, fedeli e fedelesse; sia perch√© noi giornalisti siamo nipotini di Goebbels e di Zdanov, con le dovute accortezze visto che esercitiamo il mestiere in democrazia. E quindi, come insegnava Montanelli, dobbiamo dare sempre la notizia completa, in modo da assicurarci le marchette della completezza e dell'oggettivit√† (oggettivi e completi sono i due articoli di Rizzo e Capponi), ma sappiamo presentarla in modo che emerga e si fissi nell'immaginario un particolare solo: quello che ci interessa far risaltare. E cos√¨ ci assicuriamo anche il marchettone. Tornando alla Bonino, per la quale io ho votato e fatto propaganda, giudico assai positivo e coerente che resti alla vice presidenza del senato, perch√© √® dal vertice delle istituzioni repubblicane e non da un banco di consigliere regionale che potr√† svolgere, in sintonia coi consiglieri di tutta l'opposizione (spero), la politica di europeizzazione del Lazio: che √® stata la sua promessa ai laziali, insieme alla legalit√†, e che avrebbe perseguito con durezza dalla presidenza della Pisana, se non glie l'avesse impedito "il combinato disposto Berlusconi-Bagnasco" rivolto a tutt'altri interessi. Ma che potr√† svolgere da palazzo Madama, dove n√© maschere di premier n√© tonache di cardinali glielo possono impedire. Quel che mi dispiace negli articoli del Corriere √® Paria qualunquistica che vi si respira, Paria del "siamo tutti uguali, tutti della stessa pasta". Non √® vero, cari Rizzo e Capponi. C'√® anche chi, come il sottoscritto, se n'√® infischiato della poltrona parlamentare, rinunciandovi dopo una sola legislatura, con la riconferma in tasca; c'√® chi usai paracadute, come voi dite, non v'√® dubbio; e c'√® chi, come la Bonino, non ha bisogno di paracadute, perch√© nel cuore delle istituzioni c'√® gi√†, per operare. E questo serve a noi cittadini.





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info