sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> L'Unità


ATTACCANO I CRISTIANI PERCHE' VOGLIONO COLPIRE L'ISLAM MODERATO

L'Unità - 8 gennaio 2011

Per la dirigente Radicale la bomba contro la chiesa coopta in Egitto così come gli attentati in Iraq rientrano in un disegno eversivo che va oltre lo scontro fra religioni. I jihadisti cercano l'egemonia nel mondo musulmano

di Umberto De Giovannangeli

Se guardo alla strage di Alessandria e penso alla situazione egiziana, la mia impressione √® che l'obiettivo strategico degli islamisti militanti non siano i copti, i cristiani, ma la classe dirigente araba, a cominciare da Mubarak che viene considerato "un fantoccio nelle mani dell'Occidente", un "amico d`Israele e traditore della causa palestinese¬Ľ. A sostenerlo √® Emma Bonino, vice presidente del Senato, profonda conoscitrice dell'Egitto. ¬ęQuello in corso - sottolinea la leader Radicale - non √® uno scontro di civilt√† n√© un conflitto di religione, ma l'ennesimo scontro tra l'Islam militante, jihadista e l'Islam pi√Ļ aperto, ragionevole..¬Ľ. E al ministro Frattini che si fa paladino del principio ¬ęaccordi in cambio di diritti¬Ľ dei cristiani nel mondo arabo e musulmano, la vice presidente del Senato ribatte: ¬ęLa sua mi pare una visione limitata e limitante¬Ľ. E in questa intervista a l'Unit√† ne spiega il perch√©.

Quale idea si è fatta dei drammatici avvenimenti che hanno scosso un Paese che Lei conosce e ama: l'Egitto…

¬ęQuello che penso √® che il terrorismo internazionale di matrice fondamentalista sia un problema che se anche nasce all'interno dell'Islam, non ha alcuna attinenza, se non strumentale, al dato religioso. L'obiettivo strategico dei terroristi √® quello di liberare l'Islam dalle classi dirigenti "empie", e "asservite all'Occidente". Prendiamo, ad esempio, la strage di Alessandria...¬Ľ.

Qual √® la lettura politica a suo avviso pi√Ļ appropriata?

¬ęLa mia impressione √® che l'obiettivo vero, strategico, dei terroristi e dei loro mandanti non siano i copti, i cristiani, ma la classe dirigente araba, a cominciare da Hosni Mubarak considerato un "fantoccio nelle mani dell'Occidente". Insomma, non √® in corso uno scontro di civilt√† tra Occidente e Oriente, ma una duplice resa dei conti all'interno delle varie "anime" politiche e identitarie dell'Islam‚Ķ¬Ľ

Quali?

¬ęRestiamo all'Egitto. La prima sfida √® quella tra gli islamisti militanti, ijihadisti, e la leadership araba di Mubarak, pi√Ļ "secolarizzata" e dialogante con l'Occidente. Ma poi c'√® un'altra sfida, non meno significativa: essa riguarda l'egemonia sul variegato arcipelago fondamentalista. L'ala militare islamista ha sempre osteggiato il percorso "entrista", istituzionalizzato, politico dei Fratelli Musulmani, ritenendo essere questa una strategia fallimentare, facendo peraltro leva anche sull'insuccesso dei Fratelli musulmani nelle recenti elezioni legislative. Con gli attentati e sviluppando una azione destabilizzante, l'ala militare islamista vuol dimostrare di essere la vera alternativa al "regime fantoccio" di Mubarak¬Ľ.

Uno scontro tra l'Islam combattente e quello pi√Ļ ¬ęragionevole¬Ľ, e non uno scontro di civilt√† o una guerra di religione... Ma c'√® chi non √® d`accordo con questa sua lettura. L'ultimo in ordine di tempo √® il presidente francese Nicolas Sarkozy. Cito testualmente: ¬ęNei Paesi arabi √® in atto un piano di epurazione per i cristiani d'Oriente‚Ķ¬Ľ.

¬ęSono molto scettica rispetto a questa lettura. Il tema √® estremamente delicato, per le sue premesse e soprattutto per le sue conseguenze, e dunque merita di essere trattato con grande rigore e chiarezza. Che una delle conseguenze di questo scontro in atto all'interno dell'Islam, sia una situazione di grande instabilit√†, di paura, che pu√≤ produrre anche degli esodi di quanti se sentano minacciati, questo √® un fatto grave e incontestabile. Ma non √® la ragione, la motivazione di questi attacchi. Il discorso vale per l'Egitto, ma a ben vedere, anche per l'Iraq. Gli islamisti combattenti fanno anche calcoli politici. Il loro non √® il terrore per il terrore. Costoro colpiscono¬†nelle zone "fragili" - √® il caso¬†dell'Iraq - o in zone consolidate che¬†stanno per√≤ attraversando una fase¬†di transizione complessa, e questo √®¬†il caso dell'Egitto. E in Egitto cercano¬†di provocare la reazione delle componenti¬†socialmente pi√Ļ deboli, e in queste¬†c'√® anche la minoranza copta. I¬†jihadisti cercano di cavalcare il¬†malessere sociale - e ci√≤ vale non solo in¬†Egitto, ma anche in Iraq o nel Maghreb¬†- per imporsi come unica alternativa¬†all'esistente¬Ľ.

Nei giorni scorsi, il ministro degli Esteri,¬†Franco Frattini, sull'onda della strage¬†di Alessandria si √® fatto sostenitore del¬†principio ¬ęaccordi in cambio di diritti¬Ľ¬†riferendosi ai diritti delle minoranze cristiane¬†sotto attacco nel mondo arabo e¬†musulmano. Come valuta questo approccio?

¬ęMi sembra una visione limitata e limitante.¬†Sia chiaro: la libert√† religiosa,¬†da laici quali noi Radicali siamo,¬†ci sta molto a cuore. E sia altrettanto¬†chiaro: non intendo dire che in nessuna¬†parte del mondo c'√® una persecuzione¬†dei cristiani in quanto tali. Dico¬†per√≤ che, guardando ad esempio¬†all'Egitto o all'Iraq, per non parlare¬†dei Talebani in Afghanistan, l'obiettivo¬†che l'Islam combattente intende¬†perseguire con l'arma del terrore √®¬†un altro: liquidare l'Islam dialogante,¬†pi√Ļ ragionevole. Mi augurerei che¬†si riflettesse su questa lettura che non¬†√® solo mia ma di molti intellettuali¬†arabi, oltre che di donne e uomini impegnati¬†in associazioni e movimenti¬†della societ√† civile, e di chi, in Europa,¬†conosce davvero quel mondo¬Ľ.





Altri articoli su:
[ Africa ] [ Egitto ] [ Iraq ] [ Islam e democrazia ] [ Medio Oriente ] [ Unione Europea ] [ Vaticano ]

Comunicati su:
[ Africa ] [ Egitto ] [ Iraq ] [ Islam e democrazia ] [ Medio Oriente ] [ Unione Europea ] [ Vaticano ]

Interventi su:
[ Africa ] [ Egitto ] [ Iraq ] [ Islam e democrazia ] [ Medio Oriente ] [ Unione Europea ] [ Vaticano ]


- WebSite Info