sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Manifesto


"CENERENTOLA E' UN'OCA" MA SILENZIO SUL BUNGA

Il Manifesto - 20 gennaio 2011

Emma Marcegaglia ospite di Bonino

di Daniela Preziosi

I modelli che pesano sulle donne italiane? Le favole ¬ępiene di oche, come Biancaneve e Cenerentola, che rincorrono il principe azzurro, oppure di streghe cattive¬Ľ. Oltre le favole Emma Marcegaglia non va, mentre parla della ¬ęQuestione femminile, questione Italia¬Ľ al convegno organizzato ieri a Roma dal comitato Pare e dispare, ospite della vicepresidente del Senato Emma Bonino. La presidente di Confindustria si tiene alla larga da altri modelli, di scottante attualit√†, veline letterine e comparse da bunga bunga che le potrebbero scompigliare la perfetta messa in piega. E chiosa che lei, a sua figlia, fa vedere Mulan, la guerriera di Walt Disney che si traveste (la uomo per essere ammessa nell'esercito cinese, ¬ęperch√© anche da qui parte l'esempio che diamo ai nostri figli¬Ľ. Una ragazza che si traveste da maschio per far carriera non √® un gran ch√© di esempio. E comunque la numero 1 di Confindustria √® ¬ępreoccupata¬Ľ per la stabilit√† del governo, ma del perch√© il governo √® entrato in fibrillazione non vuole parlare, ¬ęstiamo perdendo tempo su cose che non sono le priorit√† del paese¬Ľ. Chi ci discute quotidianamente spiega che lei non ritiene di dover esprimere ¬ęvalutazioni morali¬Ľ. Quelle culturali, s√¨, e infatti ne fa le spese la povera Cenerentola. Ma sul bunga bunga √® silenzio stampa. Al convegno di Pari o dispare Bonino propone l'utilizzo dei risparmi derivanti dall'innalzamento dell'et√† pensionabile femminile per le politiche per le donne, l'istituzione di un osservatorio sull'immagine della donna nei media e un'authority contro le discriminazioni di genere. Donne autorevoli e affermate si danno il cambio al microfono, davanti alla sala affollata. Ma il convitato di pietra √® il caso Ruby. Fuori, accanto a Palazzo Chigi, le donne del partito democratico hanno organizzato un sit-in. Rosy Bindi dice ¬ę√® triste dirlo ma in poco tempo sono state rimesse in discussione le fatiche di migliaia di donne che, negli ultimi 60 anni, hanno lottato perch√© si potesse vivere come uguali nella vita pubblica e in quella privata¬Ľ. Dentro, qui siamo al Senato, se ne parla poco. Perch√©, √® il ragionamento delle organizzatrici, la miglior risposta allo ¬ęspettacolo desolante¬Ľ (Bonino) √® un dibattito come questo. Il presidente Renato Schifani porta un saluto, ma anche lui si trincera a parlare dello ¬ęstraordinario ruolo delle donne nella Costituente¬Ľ, non proprio una notizia fresca. Ma il silenzio √® un'arma a doppio taglio: basta interrogare Luisa Todini, imprenditrice ex europarlamentare forzista, per apprendere che ¬ęBerlusconi √® un uomo galante e generosissimo, queste ragazzine sono tutte un p√≤ mitomani, e poi si sa, ci sono uomini tendenti alla monogamia, e uomini tendenti alla poligamia, io non giudico¬Ľ. ¬ęUno squallore senza fine¬Ľ, invece per Anna Finocchiaro, presidente dei senatori pd, ¬ęuna mortificazione per tutti e r tutte. C'√® un problema di sicurezza nazionale, perch√© a casa del premier entra chiunque. E poi siamo di fronte a una concezione del potere come onnipotenza, assenza del limite, un'idea pre rivoluzione francese¬Ľ. ¬ęBerlusconi √® un uomo d'altri tempi, ormai vittima della sua concezione delle donne come ancelle a disposizione del capo¬Ľ, attacca Paola Concia, deputata democratica. ¬ęVittima persino del meccanismo mediatico che lui ha inventato ed ora gli si ritorce contro. Ha coltivato un'idea di un'umanit√† briglia sciolta, un'idea primitiva che evidentemente piace alla maggioranza degli italiani che lo votano. Viene da chiedere a un genitore se farebbe uscire sua figlia con un vecchio cos√¨. E il guaio che ci sono famiglie che risponderebbero magari¬Ľ. Siamo di nuovo ai modelli, alla tv che si fa reale, alle favole a cui credono ragazzi e ragazze. Storie che resteranno dopo Berlusconi. ¬ęIntanto che se ne vada¬Ľ, attacca Susanna Camusso, segretaria della Cgil, ¬ęha un'idea del paese e delle donne insopportabile e indecorosa, ha stabilito l'equivalenza fra donne e mazzette, e del corpo uno strumento di corruzione. Ha impresso a questo paese un arretramento che non si merita. Noi dobbiamo essere indignate di fronte a questo, ma anche di fronte al fatto che troppi uomini se ne restano zitti¬Ľ.





Altri articoli su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info