sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

>> Il Riformista


LEGGE ELETTORALE: LA PROPOSTA DEI RADICALI TROVA CONSENSI DENTRO IL PD

Il Riformista - 16 giugno 2011

di Angela Gennaro

Oltre il Porcellum, doppio turno alla francese oppure modello ungherese non-ungherese come rilanciato in questi giorni da Bersani? Questo ├Ę il dilemma. Il Pd, alla ricerca di un'alternativa all'attuale legge elettorale, si divide tra le parole del suo segretario (┬źLa chiamano ungherese, ma non ├Ę ungherese, turca o slovena. ├ł una proposta talmente tanto italiana che si occupa persino di un fenomeno come quello della formazione di gruppi parlamentari dopo le elezioni, come quello dei Responsabili┬╗) e il modello ┬źortodosso┬╗ quello francese - deciso all'unanimit├á dall'assemblea nazionale del partito e ieri ┬źrichiamato┬╗ dai Radicali.

Gi├á, perch├ę secondo Emma Bonino e Marco Pannella la proposta dei giorni scorsi di Bersani - un sistema misto a doppio turno con una soglia di sbarramento e il diritto di tribuna - ┬źtradisce┬╗ l'orientamento deliberato all'unanimit├á dal congresso del partito a favore del maggioritario a doppio turno alla francese. Ecco allora che i radicali ┬źcorrono in soccorso del Pd per salvargli l'onore┬╗ e depositano, alla Camera e al Senato, una proposta di modifica della legge elettorale che recepisce proprio quell'orientamento. ┬źFirmando questa proposta c'├Ę l'occasione di fare un salto di qualit├á rispetto ai pastrocchi e alla robetta di quel povero Pier Luigi che pur di non decidere, fa i caminetti┬╗, spiega la Bonino. Stessa posizione per 23 parlamentari del Pd (tredici deputati e dieci senatori): tra di loro Cuperlo, Esposito, Farina, Peluffo, Pompili, Rubinato, Tidei. l radicali ricordano poi che la proposta di legge sulla riforma elettorale ├Ę stata presentata anche in Senato, a prima firma Perduca, a novembre. Ancora in fase di discussione in Commissione. Quello francese ├Ę ┬źil modello pi├╣ utile┬╗, dice Vinicio Peluffo, che nei giorni scorsi ha appoggiato la proposta che a Montecitorio vede come primo firmatario il collega Andrea Rigoni. ┬źBen venga una discussione con le altre forze politiche: bisogna trovare una convergenza ampia┬╗. E il fatto che Bersani proponga ora un altro modello ├Ę ┬źnormale dialettica┬╗, assicura Peluffo. Nessuna volont├á di polemica neppure dai radicali, assicura Marco Pannella al "Riformista". ┬źAbbiamo sottolineato quello che stanno portando avanti questi parlamentari del Pd in difesa ed attuazione, ortodossissima, di una delibera unanime della loro assemblea nazionale┬╗. Per il leader radicale, ┬źla difesa e l'affermazione coerente della democraticit├á della vita di un partito ├Ę patrimonio di tutti i democratici - inclusi Pdl e Lega - e il fatto che i parlamentari del Pd abbiano preso questa iniziativa per noi ├Ę importante┬╗. Poi ┬ź├Ę noto che noi abbiamo preferenza per il modello anglosassone, e ci riserviamo di presentare degli emendamenti. Ma il doppio turno alla francese ├Ę ora il migliore riferimento┬╗. Mentre l'ungherese, Al bavarese, il bossese sono degli imbrogli, scelte che non portano l'Italia a compiere il salto vittoriosa del modello anglosassone┬╗.





Altri articoli su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Comunicati su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info