sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

I PROGRESSISTI RILANCIANO IL FEDERALISMO EUROPEO

L'Unità - 13 maggio 2012

di Claudio Martini*

Spero che la spasmodica attenzione sul "boom" di Beppe Grillo o sul nervosismo del PDL dopo la débacle del 6 maggio non faccia passare inosservata la lettera sul rilancio del federalismo europeo firmato da molti esponenti progressisti europei (tra i quali Prodi, Amato, Bonino, Attali, Cohn-Bendit, Meny, Baron Crespo) ed apparsa ieri su vari giornali.

√ą un documento assai allarmato per i rischi¬†che corre l`Unione, sul piano sociale ed economico¬†ma anche su quello politico ed istituzionale.¬†¬ęSe lo scenario attuale si perpetuer√† nel¬†tempo - dicono i firmatari del documento - l'Europa¬†non potr√† pi√Ļ disporre dei mezzi per¬†resistere alle tendenze centrifughe ed alla crescita¬†dei populismi. La fine dell'euro sar√† allora¬†solo questione di tempo¬Ľ. Ed aggiungono:¬†¬ęL'Unione europea non potr√† uscire da questa¬†crisi senza un cambio di paradigma¬Ľ.¬†Segue poi l'indicazione di alcune piste di lavoro¬†politico e culturale di grande rilievo. ¬ęUn'altra via d'uscita √® possibile¬Ľ: andare oltre le¬†insufficienze del Trattato di Lisbona, rilanciare¬†una politica per la crescita e per l'integrazione¬†di tutti i territori, risolvere la crisi di fiducia¬†tra l'Europa e i suoi cittadini. ¬ęL'euro non potr√†¬†sopravvivere senza un progresso democratico¬†decisivo¬Ľ. Il documento chiede in sostanza¬†di ¬ędenunciare, ridurre e progressivamente annullare i costi della non-Europa¬Ľ.¬†Trovo stimolanti questa analisi e questi propositi.¬†Sia nel merito, sul quale occorrerebbe¬†trattenersi con uno spazio maggiore di quello¬†consentito in questa rubrica.¬†Sia dal punto di vista politico, perch√© rilancia¬†un ragionamento alto sul nodo centrale della¬†crisi che stiamo vivendo oggi, ossia le deficienze¬†della costruzione europea e l'inadeguatezza¬†delle politiche di austerit√†.

Se a queste parole seguirà un'azione politica conseguente, collegata alle realtà territoriali, sarà allora un contributo vero ed utile. Anche per fronteggiare l'onda alta dell'antipolitica. Quest'ultima non si vince con gli anatemi, pur se una critica rigorosa va fatta alla demagogia ed al primitivismo che la sostanziano. Ma gli anticorpi giusti contro l'antipolitica sono l'onestà, la sobrietà, la sensibilità alle sofferenze popolari; il coraggio di decidere e fare, in modo aperto e partecipato; ed il respiro culturale, la visione lungimirante, l'altezza dell'ispirazione strategica. Le tre cose vanno insieme, non c'è scorciatoia possibile. Rilanciare il federalismo europeo ha anche un valore terapeutico per noi: quello di ridare senso ad un sostantivo, federalismo, che con la Lega al governo ha perso ogni significato e che in questi tempi difficili può invece esserci di grande aiuto.

 

* Responsabile forum politiche locali del Pd





Comunicati su:
[ Economia ] [ Federalismo ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Economia ] [ Federalismo ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Economia ] [ Federalismo ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info