sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

EMMA BONINO: LA PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CHE VOTEREMMO

Ristretti Orizzonti - 15 aprile 2013

Una candidata che non ha paura del sostegno delle persone detenute. Siamo sicuri che migliaia di detenuti e i loro famigliari vorrebbero Emma Bonino come Presidente della Repubblica, e non solo per l’impegno della Bonino nella tutela dei diritti dei detenuti.

È vero infatti che i Radicali sono fra i pochi che in questi anni hanno denunciato le condizioni delle carceri mentre gli altri, spaventati di perdere consenso elettorale, si sono tenuti alla larga dal criticare le politiche di criminalizzazione che riempivano sempre di più le galere, ma dire che vogliamo Emma solo per questo sarebbe una semplificazione, perché Emma non è solo “la lotta per i diritti dei detenuti” e non è solo “la battaglia contro la pena di morte”. Lei è molto di più. La sua passione per la tutela dei diritti ci ha obbligati a seguire da vicino la sua storia, le sue azioni, il suo pensiero. La ricordiamo nella seconda metà degli anni novanta a ricoprire l’incarico di Commissario Europeo, una posizione istituzionale che rappresentava un punto d’arrivo dopo anni di militanza internazionale, ma la ricordiamo anche nel 1990, ai tempi dell’amministrazione Bush e della War on Drugs, protestare a New York distribuendo siringhe sterili, e farsi arrestare. Pochi anni dopo, durante il genocidio serbo, la vediamo promuovere una campagna a favore dell'istituzione del Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia. E subito dopo è alla guida della delegazione del Governo Italiano all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite per la "Moratoria sulla Pena di morte". Non dimentichiamoci allora che l’Italia ha la fortuna di avere una donna con una storia politica e istituzionale straordinaria. Siamo coscienti che in un momento storico difficile e pieno di contraddizioni ci vuole un Capo di Stato sensibile, competente, e che non abbia paura di parlare di temi poco popolari come la giustizia, le pene e le carceri, ed Emma Bonino è la persona adatta per ricoprire questo ruolo. Emma Bonino la vogliamo Presidente della Repubblica anche perché crediamo che sarà un motivo d’orgoglio per tutti vederla tra i rappresentanti degli altri Stati, una donna coraggiosa e determinata che offrirà una faccia dell’Italia che non si è ancora vista a livello internazionale. E non possiamo nascondere che noi proveremmo ancora più orgoglio nell’ascoltare il suo discorso di fine anno, e continuare a sperare che i suoi immancabili richiami alle condizioni di vita inumane e degradanti di chi deve scontare una pena possano smuovere le coscienze rendendo le galere più rispettose della dignità umana, come dice quell’articolo 27 della nostra Costituzione, di cui il Presidente della Repubblica è garante. E chi potrebbe ricoprire questo ruolo di autentica garanzia meglio di Emma Bonino, che si batte da anni per il rispetto dei diritti umani fondamentali delle persone private della libertà personale? Infine, vogliamo Emma anche perché è donna. Molti di noi hanno fatto disastri fuori e oggi vedono le proprie donne prendere in mano la famiglia, i figli, il lavoro e poi aspettare ai portoni delle carceri per fare un colloquio con il proprio caro. Visti anche i risultati scadenti che spesso i governanti uomini hanno raggiunto in questi anni, siamo sicuri che una donna come lei saprà governare con più intelligenza e con più umanità. La speranza che abbiamo è che altre associazioni e realtà, che si occupano di carcere, giustizia, pene, tutela dei diritti delle persone private della libertà personale mettendo al centro dei loro interventi l’articolo 27 della Costituzione, si uniscano a noi nel sostenere Emma Bonino come Presidente della Repubblica.





Comunicati su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Giustizia ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Giustizia ] [ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Giustizia ] [ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info