sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 febbraio 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

UE/BONINO: EUROPA HA BISOGNO DI UNA SOLUZIONE FEDERALE MINISTRO A RIVISTA 'EAST'

ANSA, 30 giugno - Europeista convinta, nel giorno dell'ingresso della Crozia nell'Ue, il ministro degli Esteri Emma Bonino rilancia la necessità di una "soluzione federale" per l'Europa. "Per difendere la costruzione europea, e i suoi valori fondamentali, abbiamo bisogno di riscoprire il senso originario del progetto europeo, aggiornandolo alle sfide poste da questo inizio di Ventunesimo secolo. Nessuna soluzione, tuttavia, sara' credibile senza una dimensione politica e pienamente inclusiva dell'intera architettura europea. Abbiamo dunque bisogno di una soluzione federale", sostiene Bonino sull'ultimo numero della rivista East-European Crossroads diretta da Flavio Fusi, domani in edicola. "Il sostegno alla prospettiva degli Stati Uniti d'Europa non è per me dettato da motivi ideologici, ma da un'attenta valutazione dei costi e dei benefici. Un paio di anni fa - ricorda ministro - ho proposto una "Federazione leggera", un modello istituzionale che, non assorbendo più del 5% del Pil europeo, potesse finanziare le funzioni essenziali di governo come la politica estera e di sicurezza, la ricerca scientifica, le grandi reti infrastrutturali. Purtroppo, la maggior parte dei governi europei è riluttante nei confronti di questo progetto". "Se faremo nostra - è l'auspicio di Bonino - una nuova visione che coinvolga pienamente i nostri cittadini e i nostri governi, potremo iniziare una nuova fase di rilancio e di crescita, favorendo la legittimita' democratica della costruzione europea ed il ruolo dell'Unione come attore globale". "E per l'Italia, che avrà la presidenza di turno dell'Ue nel secondo semestre del 2014, sarà l'occasione per far sentire la propria voce, e di tornare ad essere pienamente protagonista del processo di integrazione europea: come è' sua naturale vocazione storica", conclude.





Comunicati su:
[ Allargamento ] [ Ex-Jugoslavia ] [ Federalismo ] [ Italia ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Allargamento ] [ Ex-Jugoslavia ] [ Federalismo ] [ Italia ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Allargamento ] [ Ex-Jugoslavia ] [ Federalismo ] [ Italia ] [ Stati Uniti d'Europa ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info