sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 settembre 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

SELEZIONE AGENZIE - 21 AGOSTO

EGITTO/BONINO: SPERO UE ACCETTI BLOCCO FORNITURE MILITARI, SANZIONI ECONOMICHE NON FANNO IL PESO

Ansa - Sanzioni al governo egiziano? ''Dipende di cosa si parla. Spero venga accettato il blocco delle forniture militari. Le sanzioni economiche, non mi pare siano quelle che fanno il peso. D'altra parte tutti i programmi che abbiamo, salvo il government to government, sono più di impostazione sociale che altro. Mi pare che dal punto di vista del volume non siano così influenti''. Così il ministro degli Esteri Emma Bonino al suo arrivo al Consiglio straordinario Ue sull'Egitto.

 

EGITTO/BONINO: OCCORRE RIPENSAMENTO, E' SCONTRO FRA SUNNITI RAPPORTI DI FORZA COMPLETAMENTE CAMBIATI

Ansa - "Mi sembra indispensabile un ripensamento" di quanto accade nel mondo arabo "e un riposizionamento non solo sull'Egitto, perché a mio avviso quello che sta succedendo e' un grande scontro all'interno della famiglia sunnita, che si aggiunge allo scontro tradizionale sunniti-sciiti e che ha delle implicazioni che devono essere perlomeno viste. Non è un problema Italia-Egitto, Ue-Egitto. E' molto di più. I rapporti di forza sono completamente cambiati". Così il ministro degli Esteri Emma Bonino a Bruxelles.  "La mia impressione non è che l'Europa sia stata distratta - ha aggiunto Bonino -. Quello sarebbe semplice, ci attiviamo e facciamo attenzione. E' molto più duro di così. I rapporti di forza sono completamente cambiati", ha aggiunto Bonino.

 

EGITTO/BONINO: INCHIESTA VIOLENZE CON ORGANISMI INTERNAZIONALI

Agi - L'inchiesta annunciata dal governo egiziano sulle violenze che hanno fatto quasi mille morti "va fatta con organismi internazionali". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Emma Bonino, al suo arrivo a Justus Lipsius, la sede del Consiglio Europeo dove si è aperto il vertice straordinario dei ministri degli Esteri dell'Ue su quanto accade in Egitto. "Non possono essere solamente loro a farla", ha ribadito il capo della Farnesina.

 

BONINO: PROCESSI SU BASE LEGGE, IN ITALIA COME ALTROVE

Ansa - "C'è un clima di grande tensione. Sarebbe bene che i processi in Italia come altrove si basassero sulla legge. In Italia come altrove": così il ministro degli Esteri Emma Bonino risponde a una domanda sulle possibili tensioni che la scarcerazione Hosni Mubarak potrebbe scatenare in Egitto, entrando al Consiglio straordinario Ue.  ''Avevo fatto da sola una campagna contro la pena di morte quando si temeva che questo fosse ed ho sostenuto in grande solitudine che molti aspetti di quel processo erano francamente sorprendenti. Vediamo come va finire - ha affermato Bonino rispetto alla scarcerazione di Mubarak -. Non vorrei che però adesso quegli stessi processi politici, senza eccessiva base giuridico-legale venissero invece utilizzati nei confronti dei nuovi arrestati''. Ha poi concluso: ''Mi piacerebbe che i processi, in Italia come altrove si basassero sulla legge e non proprio su valutazioni politiche. In Italia come altrove''.






- WebSite Info