sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 settembre 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

SELEZIONE AGENZIE - 30 OTTOBRE

ITALIA-CINA/BONINO: DIRITTI UMANI SIANO INTERESSE RECIPROCO MINISTRO WANG YI INVITA IN CINA LETTA E TITOLARE FARNESINA
Ansa - "Il processo verso un migliore rispetto dei diritti umani nel mondo è un interesse che deve essere reciproco". Lo ha sottolineato il ministro degli Esteri Emma Bonino in un punto stampa congiunto con il ministro degli Esteri cinese Wang Yi al termine di un bilaterale alla Farnesina. Ieri, "il ministro Wang ha invitato il presidente Letta a recarsi in Cina nel primo semestre del 2014" e oggi, "per preparare questa visita, il ministro mi ha rivolto un invito che sono contenta di accettare", ha spiegato Bonino rimarcando come "stabilità e scadenze temporali di incontri e visite" siano punti importanti per il miglioramento delle relazioni tra i due Paesi. Tra i temi al centro del colloquio, ha sottolineato il capo della diplomazia italiana, anche "la convergenza tra le posizioni di Italia e Cina nella riforma del Consiglio di Sicurezza dell'Onu".

ITALIA-CINA/BONINO: ORA RIEQUILIBRARE RAPPORTO INVESTIMENTI DA CINESI SOLO 1 MLD IN ITALIA, MA AMPIE POTENZIALITA'
Ansa - Visti gli attuali, ottimi rapporti tra Italia e Cina, "mi auguro un progressivo riequilibrio della bilancia commerciale" tra i due Paese. E' quanto ha sottolineato il ministro degli Esteri Emma Bonino in un punto stampa congiunto con il suo omologo cinese Wang Yi, sottolineando come gli italiani investano in Cina "11 miliardi" mentre i cinesi investono solo "1 miliardo" in Italia. Ma nelle relazioni economiche tra i due Paesi ci sono "potenzialità amplissime per ulteriori approfondimenti", ha aggiunto Bonino.

ITALIA-CINA/BONINO: RAPPORTI SONO AL DI SOTTO POTENZIALE CON DESTINAZIONE ITALIA AMBIENTE PIU' FAVOREVOLE A INVESTITORI
Ansa - "Sono convinta che i rapporti tra Italia e Cina restino al di sotto del loro potenziale reale. L'Italia mira a superare le asimmetrie nelle relazioni economiche bilaterali". Lo ha rimarcato il ministro degli Esteri Emma Bonino sottolineando il divario tra gli investimenti italiani in Cina e quelli cinesi in Italia ed evidenziando come il progetto Destinazione Italia miri a "rendere il Paese un ambiente piu' favorevole per gli investimenti italiani e stranieri". "L'Italia da' 1/4 di tutti i visti Schengen ai cinesi che entrano in Europa", ha aggiunto il ministro Bonino che poi, aprendo con il suo omologo cinese la 5/a riunione del Comitato governativo Italia-Cina, ha ricordato la "fitta rete di rapporti tra imprese, comunita' scientifiche, universita' e territori" presente tra i due Paesi.     Per riequilibrare l'asimmetria dei rapporti economici, ha sottolineato Bonino, "spetta soprattutto all'Italia fare la nostra parte e ci apprestiamo a farlo con il progetto Destinazione Italia". Mentre, ha ancora affermato il ministro, da gennaio 2014 "sarà operativo un nuovo consolato italiano nella citta' di Chongquing", nella Cina centro-meridionale.

IMMIGRAZIONE: UE, ITALIA HA CHIESTO OPERAZIONE COMUNE. ASHTON HA RICEVUTO LETTERA DI MINISTRI BONINO E MAURO
Ansa - L'alto rappresentante Ue per la Politica estera Catherine Ashton ha ricevuto una lettera da parte del ministro degli Esteri Emma Bonino e del ministro della Difesa Mario Mauro per "esplorare le possibilità di un intervento nell'ambito della politica di sicurezza e difesa comune dell'Ue". Lo ha confermato il suo portavoce. Il servizio di azione esterna Ue sta ora ''valutando tutte le opzioni possibili'' per un'operazione nell'ambito della Psdc ''per combattere contro l'immigrazione illegale''. Bruxelles lavora in ''stretto contatto con gli stati membri'' e, ha ricordato il portavoce della Ashton, ''qualunque decisione'' per questo tipo di operazioni comuni nell'ambito della difesa e della sicurezza europee ''devono essere prese dagli stati membri all'unanimità''. La Commissione non si e' voluta esprimere sulle caratteristiche che potrebbe avere questa operazione, rifiutando i confronti con altre operazioni già in corso come quella antipirateria Atalanta. II ministro Mauro aveva espresso negli scorsi giorni l'auspicio che l'operazione italiana Mare Nostrum diventasse Ue.






- WebSite Info