sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 novembre 2017 
LunMarMerGioVenSabDom
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

ATTACCO ALLA BONINO: "HANNO MANOMESSO IL PROFILO FACEBOOK"

Nuovo Quotidiano di Puglia - 2 gennaio 2014

"Mai rivolto offese al ministro Emma Bonino. Ignoti hanno manomesso il mio profilo facebook. Non mi era mai capitato prima e trovo una strana coincidenza la circostanza che possa essere accaduto proprio alla vigilia di un'impegnativa e personalmente esaltante campagna elettorale. A tutela del mio nome, mi riservo, quindi, di adire a superiori autorità in materia per definire quanto incresciosamente verificatosi".
E' sorpreso e amareggiato, il generale Gianfranco Coppola, candidato sindaco del centrodestra al Comune di Ostuni (sceso in campo già da alcuni mesi, dopo aver manifestato la propria disponibilità ad accettare il compito di guidare la colazione composta da Forza Italia, Puglia prima di tutto, Fratelli d'Italia, Democrazia Cristiana, Fiamma Tricolore, La Destra, Partito delle aziende, Progresso e Lavoto), dopo la bufera sollevatasi per alcune battute "da caserma" apparse sul suo profilo facebook e rivolte contro il ministro degli Esteri, in forza della scarsa determinazione che il governo italiano starebbe palesando sul fronte della vicenda che vede protagonisti Massimiliano Latorre e Salvatore Girone: i due militari trattenuti dal governo indiano perché accusati dalle autorità indiane di aver ucciso nel febbraio del 2012 due pescatori al largo delle coste del Kerala.
"Sono costretto - scrive Coppola - a smentire quanto pubblicato sul mio profilo Fb a proposito di link, da me condivisi, ma sui quali non ho mai proferito alcun tipo di commento, specialmente se inerenti il problema dei due fucilieri trattenuti in India. Faccio politica attiva da 12 anni quale consigliere comunale e mai mi sono permesso di mischiare politica con aspetti di qualsiasi natura legati alla mia attività professionale di militare. Non so se ricondurre queste vicissitudini alla mia recente candidatura quale sindaco alle prossime consultazioni elettorali, ma sarebbe squallido pensare che qualcuno voglia mettermi per questo in difficoltà ed ancora più squallido se qualcuno possa pensare che io voglia sfruttare la situazione dei nostri fucilieri per scopi elettorali".
Poi lo stesso Coppola chiarisce: "Non sono più al San Marco dai primi di dicembre. Sono rientrato in Forza Armata per prepararmi alla pensione prossima, ma questo non significa che abbia dimenticato i miei obblighi e doveri verso le istituzioni per le quali ho giurato rispetto e salvaguardia. E lo stesso vale per coloro che le rappresentano e mi riferisco al signor ministro degli Esteri Emma Bonino, alla quale va tutta la mia stima e riconoscenza per gli sforzi adoperati per riportare i nostri ragazzi in Italia. Ragazzi che peraltro ho anche allevato militarmente e ne sono fiero, così come sono certo del fatto che non bisogna mai abbassare l'attenzione sulla vicenda".
"La Bonino non capisce un.. Kazaco": è soltanto l'ultima di una serie di esternazioni apparse sul "bacheca" del generale, a commento della vicenda che vede coinvolti i due marò. Una vera e propria crociata in difesa dei due militari. E tra le righe formato online altre critiche sarcastiche al governo italiano ed in particolare al ministro degli Esteri.
Coppola si scusa e spiega: "Qualcuno in possesso della mia password ha messo sulle mia labbra dichiarazioni che non ho mai proferito pur avendo condiviso link inerenti i nostri due Fucilieri di Marina costretti ancora in India. Chi mi conosce sa che non ho mai mischiato politica e status di Militare, anche in più di una occasione sono stato stimolato in tal senso da avversari politici che non potendomi attaccare politicamente se la sono presa con il mio lavoro. Ho sempre lodato gli sforzi compiuti dalle nostre istituzioni nella speranza che i nostri Fucilieri siano al più presto liberati. ho già provveduto a cambiare la password nella speranza che non si ripetano episodi simili, ed approfitto per biasimare le battute che sono state fatte nei confronti del Ministro degli Esteri che non merita quanto riportato".





Comunicati su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info