sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 luglio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

DICHIARAZIONE DI EMMA BONINO AL 6° CONGRESSO ITALIANO DEL PRT: "SIAMO TORNATI AL CLIMA DEL 1974"

Roma, 8 maggio 2004 Nel corso del suo intervento al 6° Congresso italiano del Partito Radicale Transnazionale, Emma Bonino ha dichiarato: "Sulla fecondazione assistita siamo tornati indietro di trent’anni, al clima della campagna per il divorzio del 1974, alle divisioni tra peccato e reato, alla paura della scienza, a leggi dello Stato basate sul credo religioso...Da una parte una maggioranza responsabile per una legge sulla procreazione assistita che è un vero obbrobrio, dall’altra un centro-sinistra spaccato, dove alcuni, come i DS, ritengono che ci sia "ben altro" da fare che non raccogliere firme per i referendum, oppure la Lista Prodi cui programma non contiene alcuna proposta sul tema, per noi fondamentale, della libertà di cura e di ricerca. In altre parole, gran parte del centro-sinistra, o per lo meno la sua classe dirigente, ha già espresso un chiaro "no" a riaprire seriamente il discorso sulla legge." "Un altro tema di grande rilevanza per noi radicali", ha aggiunto la Bonino, " e sul quale pure ci sentiamo sempre più isolati, è quello dell’entrata della Turchia nell’Unione europea. Molte voci si stanno alzando che dicono "no" alla Turchia, con effetto macchia d’olio in tutta Europa: lo dicono i popolari austriaci, i democristiani tedeschi, Juppé e Chirac in Francia...Chiudere la porta alla Turchia significa mandare a casa questa sua classe politica che ha puntato sull’Europa e sulla secolarità dello stato, significa invitare 80 milioni di turchi mussulmani a rivolgere il loro sguardo dall’altra parte, verso Oriente...". Riferendosi anche all’Iraq e alla lotta al terrorismo internazionale, Emma Bonino ha denunciato "la deriva di un’Europa che vuole essere una grande potenza civile, attivando strumenti e procedure di "soft power", ma che rischia invece di essere, un’Europa ripiegata su sé stessa, un’Europa della paura". Di fronte alla "litania del voto utile che ci perseguiterà durante tutta la campagna", Emma Bonino ha affermato "è proprio questo che chiediamo, un voto utile per le nostre battaglie di democrazia e di libertà".




Comunicati su:
[ Allargamento ] [ Italia ] [ Iraq ] [ Libertà di ricerca scientifica ] [ Stati Uniti d'Europa ]

Rassegna Stampa su:
[ Allargamento ] [ Italia ] [ Iraq ] [ Libertà di ricerca scientifica ] [ Stati Uniti d'Europa ]

Interventi su:
[ Allargamento ] [ Italia ] [ Iraq ] [ Libertà di ricerca scientifica ] [ Stati Uniti d'Europa ]


- WebSite Info