sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 gennaio 2021 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

COMMERCIO ESTERO/ ICE: AUMENTA PRESENZA NEL GOLFO, UFFICIO A DOHA

Da un lancio ApCom del 24 aprile 2007 Il consiglio di amministrazione dell'Ice (Istituto nazionale per il commercio estero) ha deliberato l'apertura di un ufficio a Doha. La decisione è stata annunciata dal ministro del Commercio internazionale, Emma Bonino, e dai vertici dell'Istituto in una conferenza stampa organizzata il 29 marzo scorso. Lo precisa l'Ice in merito all'articolo pubblicato oggi sul Sole 24 Ore dal titolo "L'Ice non c'é? E in Qatar gli imprenditori fanno da soli'. La decisione di aprire una sede a Doha, spiega la nota, "si colloca nel quadro dell'operazione di ampliamento della rete dell'Istituto nel Golfo, Regione che ha innescato un impressionante processo di sviluppo e nella quale i prodotti italiani di eccellenza sono da sempre particolarmente apprezzati. Fattori che l'Ice e il ministero del Commercio internazionale hanno ben presenti avendo stanziato 3,5 dei 27 milioni di euro del Programma straordinario made in Italy per sostenere l'internazionalizzazione delle imprese italiane nell'Area del Golfo". Ad oggi l'Ice ha sedi a Dubai (sede per la quale è stato anche deciso un aumento del personale italiano), Riad e Kuwait City. L'apertura di un nuovo Ufficio in Qatar, prosegue la nota, è parte di un più ampio potenziamento della rete Ice nel mondo varato al fine di rendere più forte il sostegno pubblico alle imprese nei mercati ritenuti oggi prioritari (Paesi Bric, Ue, Area di vicinato, Usa e Giappone) e sui quali l'Istituto nazionale per il Commercio estero ha deciso di investire il 60% del suo budget per le attività promozionali (lo scorso anno per le stesse aree l'impegno era del 55%)". In considerazione dei forti tagli al bilancio operati dalla Finanziaria e dai limiti di spesa stabiliti dalla Legge Bersani, sottolinea l'Istituto, "l'ampliamento della Rete estera rappresenta uno sforzo particolarmente significativo che passerà attraverso la razionalizzazione dei costi e la riduzione della presenza dell'Istituto in quei mercati considerati più maturi".




Comunicati su:
[ Arabia Saudita ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Kuwait ] [ Medio Oriente ] [ Qatar ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Arabia Saudita ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Kuwait ] [ Medio Oriente ] [ Qatar ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Arabia Saudita ] [ Commercio Estero ] [ Economia ] [ Globalizzazione ] [ Italia ] [ Kuwait ] [ Medio Oriente ] [ Qatar ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info