sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 maggio 2019 
LunMarMerGioVenSabDom
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

SELEZIONE AGENZIE DI OGGI

NUCLEARE/BONINO: SI' E' IDEOLOGICO, A PRESCINDERE DA PROBLEMI Ansa, 9 giugno 2008 - "Oggi affermare il nucleare è diventato quasi ideologico, a prescindere". Lo dice a Radio Radicale la senatrice radicale del Pd Emma Bonino. "Sarebbe molto utile - argomenta la Bonino - discutere con chi rilancia il nucleare di terza generazione dei costi e dei benefici, dei tempi di messa in opera e anche fare un'analisi più approfondita del modello francese a proposito del quale si dicono un sacco di stupidaggini". "Zapatero - aggiunge - ha annunciato la fuoriuscita dal nucleare della Spagna per una ragione di costi e benefici e l'investimento quasi esclusivo su efficienza energetica ed energie alternative, in particolare il solare. Lo stesso fa la Germania. Sono tutti elementi che portano a dire che i settori in cui investire da subito sono il risparmio e l'efficienza energetica più la rete di energie alternative sia sul nostro territorio che in tutto il sistema mediterraneo. Mi sembra insomma che gli ideologi del nucleare siano proprio quelli che lo sostengono a prescindere da tutta questa serie di considerazioni". "Noi - conclude l'ex ministro - vogliamo il piano energetico nazionale, una politica energetica europea che non c'è, senza dimenticare che il nucleare produce solo energia elettrica lasciando fuori tutto il settore trasporti che continuerebbe a dipendere dal petrolio". LAVORO/BONINO: SPERO PD ACCOLGA PROPOSTA ICHINO SU ART.18 ApCom, 9 giugno 2008 - "Mi auguro che dal Pd ci sia attenzione sulla proposta Ichino che vale assolutamente la pena discutere. Non sono così sicura che anche questa proposta trovi aperture da parte del Pd, mi auguro di sì e lo spero anche da parte dei sindacati". Così la vicepresidente del Senato Emma Bonino commenta dai microfoni di Radio Radicale la proposta fatta dalle colonne del Corriere della Sera dal senatore del Pd Pietro Ichino sulla necessità di superare l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. "Non so se anche nel Pd l'articolo 18 rimarrà un tabù, ancorché nella formula sumata ipotizzata da Ichino - dice Bonino - Spero che otto anni dopo il referendum radicale che perdemmo nel 2000 per mancanza di quorum trovandoci contro tutto lo schieramento, da destra a sinistra, e nella situazione di evoluzione del mercato del lavoro non si levino ancora steccati. Proprio perché è passato tanto tempo c'è da augurarsi che le reazioni siano di maggiore apertura e non di chiusura come all'epoca". PD/BONINO: PSE E PPE OBSOLETI, ALDE MOLTO PIU' VIVACE... Ansa, 9 giugno 2008 - "A me questo dibattito sembra un punto su cui il Pd non ha mai discusso né deliberato e mi sembra uno dei temi aperti. Personalmente ritengo obsoleti sia il Pse sia il Ppe, la parte più viva che ha espresso più contraddizioni positive è certamente il gruppo liberale". Così la vice presidente del Senato, la radicale Emma Bonino, interviene, nel filo diretto con 'Radio Radicale', nel dibattito sulla collocazione europea del Pd. "Rutelli - conclude - ha scritto quella lettera in previsione della riunione dei socialisti europei che si terrà in Italia, ma si tratta di questioni non ancora risolte nel Pd".




Comunicati su:
[ Economia ] [ Italia ] [ Nucleare? No grazie! ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Economia ] [ Italia ] [ Nucleare? No grazie! ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Economia ] [ Italia ] [ Nucleare? No grazie! ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info