sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 settembre 2020 
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

SELEZIONE AGENZIE DI OGGI

BONINO, HO SEMPRE DETTO NO ALLA MELASSA Adnkronos, 16 giugno 2008 - "Fin dall'inizio ho detto che tutta questa offerta reciproca di dialogo mi sembrava una assoluta melassa perché di fatto si rischia di scambiare la buona educazione istituzionale con qualche contenuto di dialogo che forse si svolge su altri temi, come la Rai o la legge elettorale europea o non so quali altre trattative e in quai altri consenssi". Lo ha detto Emma Bonino a Radio radicale. "Ma dal punto di vista parlamentare sia sul decreto rifiuti che sul decreto sicurezza l'avvio di un dialgo vuol dire stare all'ascolto dell'opposizione, e di questo dialgo non si è vista proprio traccia -aggiunge la Bonino-. Questo modo di porsi non mi ha convinto. O il Pd ha dei dialoghi aperti su altri settori e in altri consessi ma certamente poco trasparenti per quanto mi risulta e per quanto so, oppure per quanto riguarda le iniziative legisltative parlamentari è indubbio che questo dialogo non si e' manifestato per niente". SICUREZZA/BONINO: EMENDAMENTO SALVA PREMIER INAMMISSIBILE ApCom, 16 giugno 2008 - "L'emendamento sul cosiddetto lodo Schifani dovrebbe essere inammissibile per estraneità di materia, non si capisce cosa c'entri, né tantomeno quali siano i presupposti di necessità ed urgenza, se non per alcuni". Lo afferma a Radio Radicale il vicepresidente del Senato Emma Bonino. "E' chiaro che il decreto ha avuto l'autorizzazione del Quirinale - prosegue - ma in assenza di queste due aggiunte, quella sul lodo Schifani e quella sull'uso dell'esercito. Mi sembra preoccupante nel merito e proceduralmente una assoluta confusione inaccettabile". "Ho letto l'intervista del ministro La Russa sull'uso dei militari - aggiunge Bonino - Poiché qualcuno ha minacciato di fare ronde autonome padane allora le facciamo noi? Non mi sembra un gran modo di ragionare, né che il controllo del territorio possa essere il mandato e il ruolo dell'esercito, con quali regole di ingaggio? Con quale mandato? Mi pare che sia una deviazione costituzionale molto forte. Uno stravolgimento del dettato costituzionale davvero molto preoccupante, sia nel merito che nel metodo". PD/BONINO: DIALOGO CON GOVERNO? SE ESISTE E' POCO TRASPARENTE Ansa, 16 giugno 2008 - "O il Pd ha dei dialoghi aperti in altri consessi, ma certamente poco trasparenti per quanto mi risulta, oppure per quanto riguarda le iniziative legislative parlamentari è indubbio che questo dialogo non si è manifestato per niente". Lo ha detto a 'Radio Radicale' la vicepresidente del Senato Emma Bonino, sulle relazioni attuali tra governo e Partito democratico. "Fin dall'inizio ho detto che tutta questa offerta reciproca di dialogo mi sembrava una assoluta melassa perché di fatto si rischia di scambiare la buona educazione istituzionale con qualche contenuto di dialogo che forse si svolge su altri temi, come la Rai o la legge elettorale europea, o non so quali altri consessi", ha detto Emma Bonino. "Dal punto di vista parlamentare sia sul decreto rifiuti che sul decreto sicurezza l'avvio di un dialogo vuol dire stare all'ascolto dell'opposizione, e di questo dialogo non si è vista proprio traccia. Questo modo di porsi non mi ha convinto". NUCLEARE/BONINO: IL SI' E' DIVENTATO IDEOLOGICO Dire, 16 giugno 2008 - "E' diventato ideologico il sì al nucleare, quasi un pensiero unico nucleare a prescindere, senza neanche valutare costi, benefici e tempi". Lo dice a Radio Radicale, la vicepresidente del Senato Emma Bonino. Poi però - aggiunge - "leggo su 'Il Messaggero' l'intervista a Velikov, per esempio, che pure è per il ritorno al nucleare, e tra le righe dice che l'uranio bastera' solo per 30 anni e che occorre intensificare la ricerca sul nucleare di quarta generazione".




Comunicati su:
[ Giustizia ] [ Italia ] [ Libano ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Giustizia ] [ Italia ] [ Libano ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Giustizia ] [ Italia ] [ Libano ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info