sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 gennaio 2021 
LunMarMerGioVenSabDom
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

INCONTRO FRATTINI-PING: UNIONE AFRICANA SOSTENGA RISOLUZIONE SU MGF

9Colonne, 30 luglio 2010 - Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha incontrato oggi a Roma il presidente della Commissione dell'Unione Africana, Jean Ping, in Italia per ricevere il premio l'"Abolizionista dell'Anno 2010".
Si tratta di un riconoscimento promosso dall'Associazione "Nessuno Tocchi Caino", destinato alle personalitĂ  particolarmente impegnate sul fronte della moratoria delle esecuzioni capitali e dell'abolizione della pena di morte.
L'incontro del ministro Frattini con il presidente Ping - si legge in una nota della Farnesina - ha permesso di fare il punto sulla campagna contro la pena di morte, uno dei temi su cui da tempo si incentra l'azione del governo italiano in seno alle Nazioni Unite. Nel corso dei colloqui è stato inoltre discusso il tema delle mutilazioni genitali femminili (Mgf), riguardo al quale il ministro Frattini ha espresso l'auspicio italiano per una sempre maggiore sensibilizzazione del continente africano, invitando i Paesi dell'Unione Africana a svolgere un ruolo positivo a favore della risoluzione che sarà presentata in materia alla prossima Assemblea Generale delle Nazioni Unite (UNGA). Durante l'incontro è stata affrontata anche la preoccupante situazione in Somalia ed Frattini e Ping hanno convenuto sull'opportunità di un crescente impegno e coordinamento della comunità internazionale per favorire la riconciliazione nazionale ed il ritorno a condizioni di pace e sicurezza nel Paese, anche attraverso il sostegno all'Unione Africana, alla missione Amosom ed al governo federale transitorio somalo. L'Italia - conclude la nota - è impegnata con progetti di formazione delle forze di sicurezza e della polizia somale ed auspica un crescente raccordo di tali programmi con l'Unione Africana.

 





Comunicati su:
[ Africa ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Stop FGM! ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Africa ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Stop FGM! ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Africa ] [ Diritti Umani, Civili  & Politici ] [ Italia ] [ Stop FGM! ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info