sito in fase di manutenzione: alcuni contenuti potrebbero non essere aggiornati
 
 giugno 2017 
LunMarMerGioVenSabDom
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930 
CAMPAGNE
MISSIONI

CERCA:

Ministero degli Affari Esteri

Living together - Combining diversity and freedom in 21st-century Europe [Report of the Group of Eminent Persons of the Council of Europe] PDF DOWNLOAD >>

DOCUMENTARIO DEDICATO DA AL-JAZEERA ALLA LEADER RADICALE EMMA BONINO

Cookie Policy

GOVERNO/BONINO: CAPISCO PANELLA, MA HO MENO FIDUCIA IN PREMIER

Dire, 7 febbraio - "Capisco questa iniziativa di Marco quando dice che bisogna scommettere il pochissimo probabile contro il molto possibile. Ma io rispetto a lui ho meno fiducia, Berlusconi non mi pare pi√Ļ in grado di gestire alcunch√© politicamente parlando, non lo ha fatto nemmeno in periodi meno turbolenti, e non vedo perche' dovrebbe farlo adesso". Lo dice a Radio Radicale la vicepresidente del Senato Emma Bonino commentando il dialogo tra Radicali e presidente del consiglio.
"Ancorché Berlusconi ritenga che io sia la ventriloqua di Pannella - premette Bonino - mi capita a volte invece di pensare e, al di là delle strumentalizzazioni dei giornali che sono ormai dei partiti, io la vedo così: ci sono tre ipotesi in campo. La prima, quella del Pd, vede il male assoluto del Paese in Berlusconi e fatto fuori lui e innocentizzati tutti gli altri, si fa un nuovo esecutivo con Formigoni, Tremonti e non so chi, nella formula Cln". C'è poi, prosegue, "una tesi che vedo sposata oggi anche dal 'Corriere', che dice in questa situazione meglio le elezioni anticipate anche con una legge pessima, che non si sa perche' diventa un dettaglio. Pannella dice invece che, in assenza di una alternativa credibile in termini di proposta e di leadership, meglio cercare di ottenere da questo governo almeno qualche inizio di provvedimenti utili al Paese. Secondo l'analisi radicale questi provvedimenti vanno dalla riforma strutturale della giustizia, comprese amnistia, indulto e provvedimenti sulle carceri, all'economia (al di là dei fumi della riforma dell'articolo 41 della Costituzione) con la proposta Ichino Cazzola sulle pensioni o le liberalizzazioni, ai temi eticamente sensibili. C'è chi tratta per modificare il federalismo, c'è chi tratta su altri provvedimenti e magari non lo dice, la differenza è che Marco lo dice".
"Non si tratta di entrare al governo o in maggioranza- spiega ancora Bonino- ma se per esempio arrivasse un'amnistia ci manca pure che i radicali non lo votano. Consiglierei prudenza a chi grida ai tradimenti, è già stato fatto prima del 14 dicembre e poi i voti a Berlusconi sono arrivati da qualche transfuga dell'Idv e del Pd, non da noi, cosi' come sull'ultima votazione sulla perquisizione per il caso Ruby".





Comunicati su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Rassegna Stampa su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]

Interventi su:
[ Italia ] [ Unione Europea ]


- WebSite Info